Calcio, Sudtirol-Avellino. De Francesco: “Vogliamo tutti lo stesso obiettivo, c’è da lottare su ogni pallone”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

De Francesco ha sostituito Santaniello al 30′ per tappare il buco a centrocampo che si era creato con l’espulsione di Aloi. Dice: “Siamo 24-25 giocatori, tutti devono dare una mano. Vogliamo lo stesso obiettivo e lavoriamo per questo giorno dopo giorno”.

Partita dura, “sporca”, non facile per i lupi, in 10 per più di un tempo. L’aspetto caratteriale è stato importantissimo: “Credo che viene prima di quello tecnico a qualsiasi livello. Bisogna prima mettere la cattiveria e la voglia di conquistare il risultato e poi emergono le qualità dei singoli e della squadra. Siamo contenti che il pubblico ci riconosca questa caratteristica”.

Sull’arbitraggio non si esprime: “Sono decisioni che prende lui, sono cose che capitano. Come sbagliamo noi può sbagliare l’arbitro”.

Ora c’è da pensare al Padova: “Il pensiero deve essere a noi stessi, a continuare su questa strada. Non ci sono piani, c’è da lottare su ogni pallone e da giocare con carattere. Chi farà meglio andrà in finale”.

Da oggi stadi parzialmente aperti, al “Druso” di Bolzano anche 136 irpini: “Sembravano più di 136. È stata la pagina più bella, il ritorno ad un po’ di normalità”.

 

adsense – Responsive – Post Articolo