Calcio, Ternana-Avellino. Braglia: “Siamo rimasti negli spogliatoi, il centrocampo titolare era fuori”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

L’Avellino subisce un netto 4-1 dalla Ternana promossa matematicamente in Serie B. Mister Braglia commenta: “C’erano ragazzi che non si allenavano da 10 giorni come Adamo, tutto il centrocampo titolare fuori, una delle alternative Marco Silvestri fermo da 2 mesi e mezzo però c’è modo e modo di perdere. Lo abbiamo fatto nella maniera peggiore perché pronti via abbiamo subito gol e la partita è già finita. Si è messa come loro volevano, bravissimi nel ribaltare l’azione”.

Disposizione diversa in campo con Luigi Silvestri, per esempio, a uomo su Falletti in mezzo: “Lo abbiamo fatto per cercare di limitare le loro fonti e uscire con i quinti sui loro quarti quando passavano la metà campo. Poi il secondo gol ci ha fatto scendere il morale sotto i tacchi. Loro erano pieni di entusiasmo e condizione, non era facile oggi”.

Si deve voltar pagina perché sabato prossimo al Partenio Lombardi arriva il Bari, un match cruciale per blindare il secondo posto ma Braglia puntualizza: “Non voglio sentir dire che è la partita più importante, ce ne saranno altre. Fondamentale è recuperare i giocatori e presentarci bene per queste ultime 4 partite. Forse oggi abbiamo capito cosa significa iniziare a pensare di fare i play off, che certe cose non possiamo permettercele. Penso che a volte dalle sconfitte si impara più delle vittorie”.

L’approccio al “Liberati” di Terni è stato pessimo: “Se si prende gol dopo 10″ vuol dire che siamo rimasti negli spogliatoi. Ciò comunque non toglie i meriti della Ternana”.

adsense – Responsive – Post Articolo