FUTSAL. Sulla emigrazione della Sandro Abate a Cercola interviene il Presidente Andrea Montemurro con un comunicato.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Redazione sportiva

L’emigrazione della Sandro Abate al PalaCercola non e’ passata inosservata. Niente PalaDelMauro nel capoluogo irpino per gli uomini di Oranges, un anno che rischia di non essere di semplice transizione. Sulla questione e’ intervenuto il Presidente della Divisione Calcio a 5 Andrea Montemurro, ecco il comunicato.

E’ con profondo rammarico che ho seguito la vicenda riguardante la questione palasport relativa alla Sandro Abate, club che da quest’anno milita nel massimo campionato nazionale, costretta a giocare a Cercola. Siamo pronti a sostenere con il nostro appoggio istituzionale le società che hanno bisogno di far valere le ragioni del futsal. Troppo spesso assistiamo ad un’assenza di considerazione della nostra disciplina in impianti da considerarsi polivalenti. Ho seguito le parole del sindaco di Avellino che si offre di dare una tendostruttura alla società irpina, quando la stessa avrebbe gli stessi diritti, se non superiori, vista la differenza di categoria con le altre società di basket, di poter giocare al Pala Del Mauro. Struttura che tra l’altro la Sandro Abate Avellino si era offerta di rendere a norma con lavori pagati privatamente dalla stessa. Da presidente della Divisione calcio a 5, nonché Consigliere Nazionale della F.I.G.C., della L.N.D. e membro della consiglio UEFA, dobbiamo trovare le condizioni e le sinergie con le istituzioni locali per mettere il calcio a 5 al centro di tutti i progetti”.

adsense – Responsive – Post Articolo