Pallavolo Maschile. Serie A2 al via, l’Avellino è pronto.

adsense – Responsive Pre Articolo

Pallavolo Maschile. Serie A2 al via, lAvellino è pronto. Inizia domenica la serie cadetta del volley maschile con diverse novità interessanti. Certo, il livello tecnico attuale non è quello di sei o sette anni fa; tante cose sono cambiante e, soprattutto non compaiono più ai nastri di partenza da tanto tempo compagini storiche come Bassano, Isernia, Santa Croce e Crema. Questa estate, dopo la retrocessione in B1, anche Loreto è scomparsa dal panorama della pallavolo professionistica. Tuttavia si sono affacciate alla ribalta squadre nuove con progetti importanti. La Globo Sora grazie alla quinta partecipazione consecutiva in serie A2 è la squadra più esperta e si candida alla promozione grazie ad acquisti mirati; con una diagonale palleggiatore opposto nuova di zecca formata da Daldello e Tamburo e con l’innesto del centrale Salgado la compagine ciociara è la più attrezzata per il salto di serie A1. Subito dietro c’è la Tonazzo Padova, che lo scorso anno ha perso la finale play off contro Molfetta. Con l’apporto di Mattia Rosso, con il palleggio dell’argentino Orduna e con la forza crescente del giovane opposto Giannotti la storica squadra bianconera è una pretendente serie per la vittoria finale. La Sidigas Hs Avellino, dopo la vittoria della Coppa Italia, si è rinforzata con l’opposto Bencz proveniente dal campionato francese e già conoscitore del nostro campionato grazie all’esperienza maturata a Roma. Sicuramente emergeranno i due giovanissimi centrali Valsecchi e Diamantini che gravitano nel giro della nazionale junior di Bonitta. Indiscutibilmente Avellino sarà una delle squadre di prima fascia e dopo l’eliminazione ai play off dello scorso torneo cercherà di migliorare. Sarà chiamata da subito a dimostrare tutto il suo potenziale nel primo incontro stagionale sull’abbordabile campo di Castellana Grotte. Con molta probabilità Sora, Padova ed Avellino si giocheranno fino alla fine le proprie carte per la serie A1; ma sicuramente non mancheranno le rivelazioni. Matera è la più indicata a coprire il ruolo di outsider, ma tutto dipenderà dalle prestazioni del suo nuovo opposto olandese Krolis alla prima avventura in Italia. Gli ingredienti per un buon torneo ci sono; adesso solo il campo farà emergere i verdetti. (Romeo Castiglione)

 

adsense – Responsive – Post Articolo