Scandone Avellino, Ivanov e Biligha restano in biancoverde

adsense – Responsive Pre Articolo

Scandone Avellino, Ivanov e Biligha restano in biancoverdeLa S.S. Felice Scandone Sidigas Avellino ha sottoscritto un accordo con gli atleti Kaloyan Toshkov Ivanov e Paul Lionel Biligha che si apprestano, quindi, a disputare la loro seconda stagione in canotta Sidigas.
Ivanov è un’ala\centro di 203 cm, nato a Varna in Bulgaria 27 anni fa: il suo esordio tra i professionisti è nella squadra della sua città, e gioca in Bulgaria fino al 2006, quando si trasferisce in Spagna al Minorca. Resta nelle Baleari per tre stagioni, prima di giocare per Manresa (stagione 2009-2010), Siviglia (stagione 2010-11 con la quale ha anche disputato la finale di Eurocup) ed infine Alicante. Complessivamente gioca nella Liga ACB 192 partite segnando 6.7 punti e prendendo 5 rimbalzi di media. Nella scorsa stagione, prima di approdare al PalaDelMauro, inizia a giocare in Ucraina al BC Donetsk, giocando 12 partite con 9.7 punti e 5 rimbalzi di media; ha inoltre disputato 4 partite di Eurocup, facendo registrare 5.3 punti e 5.3 rimbalzi in 19 minuti di utilizzo. La Sidigas Avellino è la sua prima squadra italiana: nella scorsa stagione gioca 17 incontri facendo registrare 12.7 punti, 9.3 rimbalzi e 2.4 palle recuperate di media in quasi 29 minuti di utilizzo. Fa stabilmente parte del roster della nazionale bulgara, con la quale ha vinto un Europeo Under 20 B nel 2005. Queste le prime parole di Ivanov dopo il rinnovo: ”Sono molto contento di rimanere un altro anno ad Avellino. Voglio ringraziare l’Ing. De Cesare ed Antonello Nevola che hanno permesso che ciò potesse accadere. Sono molto motivato per la prossima stagione e non vedo l’ora di aiutare la squadra a lottare per raggiungere traguardi soddisfacenti.”
Paul Biligha è un’ala\centro di 200 cm, nato a Perugia 23 anni fa. Già nella stagione 2009\10 trova spazio in LegaDue con l’Assigeco Casalpusterlengo giocando 7 minuti di media in 14 partite. A fine stagione gioca gli Europei Under 20 in Croazia, facendo registrare ottime cifre: 5,9 punti e 5,4 rimbalzi e 1,1 stoppata in 24 minuti di utilizzo. La stagione successiva è a Pavia in DNA dove in 30 minuti di media realizza 12 punti e cattura 6.9 rimbalzi di media. Dopo essere tornato a Casalpusterlengo, ancora in DNA (5,8 punti e 4,8 rimbalzi in 20 minuti di utilizzo) è la Scandone a farlo esordire in serie A: nel suo primo anno in canotta biancoverde gioca un’ottima stagione mettendosi in luce e guadagnandosi un posto nella nazionale sperimentale che, questa estate, ha disputato i Giochi del Mediterraneo a Mersin.
“E’ importante per me giocare un’altra stagione in una piazza calorosa come Avellino, che dimostra grande vicinanza ed affetto alla squadra. – dichiara Paul – Sarà una stagione lunga in cui ci impegneremo al massimo per i nostri tifosi e per la squadra.”

adsense – Responsive – Post Articolo