“ADOLFO NARCISO, SCRITTORE DEI RICORDI. NAPOLI TRA OTTOCENTO E NOVECENTO”. IL SAGGIO DI PALMA EMAUELA ABAGNALE

adsense – Responsive Pre Articolo

  • Carmen Guerriero

Questo brutto periodo di limitazione forzata ha portato di buono il tempo e la calma di fare e realizzare i tanti buoni propositi che ognuno di noi rinviava sempre, in attesa di momenti migliori.

E’ accaduto così anche per Palma Emanuela Abagnale, giornalista e scrittrice, che, forte degli studi classici, aveva sempre rinviato l’idea di transfondere le ricerche della tesi di laurea in un saggio. Dieci lunghi anni nel cassetto dei sogni ed ecco che, oggi, Adolfo Narciso e la sua incredibile storia, rivivono e diventano attuali !ADOLFO NARCISO, SCRITTORE DEI RICORDI. NAPOLI TRA OTTOCENTO E NOVECENTO”. IL SAGGIO DI PALMA EMAUELA ABAGNALE

Artista ecclettico, in bilico tra ‘800 e ‘900, Adolfo Narciso è stato un personaggio di una Napoli che, già all’epoca, egli stesso definiva “scomparsa”.

Per una serie di tristi circostanze, Adolfo si dovette reinventare e, pur di restare nell’ambito dell’amato mondo del teatro- era il periodo dei famosi Caffè Concerto di matrice parigina, molto in voga nella Napoli del tempo- si improvvisò Giornalista!

Certo non aveva la cultura adeguata per questa professione, ma il fervore appassionato dei suoi racconti e le particolarità dei suoi aneddoti sugli artisti dell’epoca che così bene conosceva, lo fecero apprezzare grandemente, facendogli guadagnare collaborazioni con testate importanti del tempo, come il Giornale d’Italia,  il Mezzogiorno ed il Roma della Domenica.

Oggi, i suoi scritti sono un’immensa fonte di notizie, non solo delle cronache del tempo, ma anche degli usi e costumi della Napoli di fine ‘800, spaccato storico di grande valore culturale che hanno caratterizzato un periodo della storia napoletana, di cui è doveroso custodirne il ricordo, perchè è anche la nostra Storia.

ADOLFO NARCISO, SCRITTORE DEI RICORDI. NAPOLI TRA OTTOCENTO E NOVECENTO”. IL SAGGIO DI PALMA EMAUELA ABAGNALEQuesto volume, disponibile sia in versione cartacea che e-book, è un omaggio ad Adolfo Narciso ed ad un’epoca d’oro che ha fatto la storia di Napoli.

Il mio libro – afferma Palma Emanuela Abagnalevuole essere un omaggio ad Adolfo Narciso, alla città di Napoli e a tutti gli artisti che hanno contribuito a renderla meravigliosa. Oltre che come artista e scrittore, Narciso è da ammirare per essersi battuto per i diritti degli artisti: eletto Presidente della F.A.V.I. (Federazione Artisti Varietà Italiani), nel 1909 tenne delle conferenze di propaganda per far valere i diritti degli artisti, per far prendere loro coscienza che bisognava unire le forze per ottenere risultati concreti. Mi piacerebbe un giorno trasformare il mio saggio in un testo destinato al teatro.”

Gli appassionati di caffè-concerto e di storia del teatro troveranno in questo saggio di Palma Emanuela Abagnale una fonte ricchissima di racconti di Narciso che abbracciano un periodo molto ricco dal punto di vista artistico e culturale. In Italia il caffè concerto si sviluppò su modelli parigini e trovò terreno fertile a Napoli, dove l’epoca d’oro del caffè concerto coincise con quella della canzone napoletana: negli ultimi capitoli del libro si pone l’accento su questi temi e vengono elencati i ritrovi più in voga dell’epoca, a cominciare dal primo caffè concerto inaugurato a Napoli nel 1890: il Salone Margherita.

Una storia intrigante che ha tutti gli ingredienti per divenire anche un’interessante sceneggiatura teatrale.

E’ questo il nostro augurio all’autrice, cui va il merito di aver riacceso i riflettori su un personaggio così singolare, un Collega di due secoli fa, che riuscì a trasformare la sua disgrazia in un’opportunità, meritando gloria postuma.

Un bel messaggio di forza e d’amore che arriva proprio nel giorno di San Valentino.

 

ADOLFO NARCISO, SCRITTORE DEI RICORDI. NAPOLI TRA OTTOCENTO E NOVECENTO”. IL SAGGIO DI PALMA EMAUELA ABAGNALE

L’AUTRICE

Palma Emanuela Abagnale nasce a Gragnano (NA) il 27/12/84. Progettista culturale dal 2010, giornalista pubblicista dal 2014 e accompagnatrice turistica dal 2017. Si è laureata presso l’Università Federico II di Napoli, nel 2010 in Cultura e Amministrazione dei beni culturali con una tesi in Critica letteraria e letteratura comparata sull’autore Adolfo Narciso, e nel 2012 in Organizzazione e gestione del patrimonio culturale e ambientale con una tesi dal titolo “La comunicazione integrata per la valorizzazione del territorio campano”, a cui fa seguito la fondazione, prima, dell’Associazione culturale-turistica CamCampania (2012) e poi dell’omonima rivista www.camcampania.it, che promuove il territorio campano e le sue risorse: umane, artistiche, culturali, ambientali ed enogastronomiche. Dal 2019 fa parte della Commissione De. Co. Lettere in qualità di Responsabile Comunicazione e Marketing del progetto “Tesori di Lettere. Alla riscoperta di Lettere e delle sue tipicità” promosso dall’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Lettere (NA). Attualmente vive a Santa Maria la Carità (NA), a metà strada tra costiera amalfitana e penisola sorrentina, ai piedi di Lettere (Comune dei Monti Lattari), a due passi da Pompei e Stabia. Qui gestisce, insieme al compagno Michele Sicignano, il Birrificio artigianale Boccale dei Re, organizzando eventi culturali e degustazioni a base di tipicità locali e birra Nesea, abbinate ai tour dell’Ager Pompeianus et Stabianus a cura di CamCampania.

LINK UTILI:

Per ordinare il libro in versione cartacea e scaricare un’anteprima del libro:

https://www.booksprintedizioni.it/libro/saggistica/adolfo-narciso-scrittore-dei-ricordi

 

Per ordinare il libro in versione e-book:

https://www.booksprintedizioni.it/libro/saggistica/ebook-adolfo-narciso-scrittore-dei-ricordi

adsense – Responsive – Post Articolo