Accorpamento Tribunali, Avellino “libera” l’ex distretto militare

adsense – Responsive Pre Articolo

Accorpamento Tribunali, Avellino libera lex distretto militareSarà l’ex distretto militare di via colombo la sede dei nuovi uffici del tribunale di Avellino. La decisione è stata comunicata dal sindaco Poalo Foti alla Procura della Repubblica guidata da Rosario Cantelmo e alle associazioni che al momento si trovano nell’edificio. La decisione arriva in seguito al provvedimento che accorpa il tribunale di Sant’Angelo dei Lombardi a quello della città capoluogo. L’ex distretto sarà disponibile entro un mese. Le associazioni verranno trasferite presso l’ex eca di via tagliamento, dove attualmente  ha sede l’Avellino città servizi, che sarà spostata presso il centro congressi del Teatro Gesualdo. Il sindaco, nel corso di un incontro con le associazioni interessate dal trasferimento, ha annunciato di aver scritto una lettera al premier Enrico Letta e al Guardasigilli Cancellieri chiedendo una proroga per consentire al comune di effettuare i lavori necessari. L’ex distretto, ha spiegato il primo cittadino, è una struttura di circa mille metri quadrati che con qualche piccolo intervento puo’ ospitare tutti ed affiancarsi alla storica sede di Piazza d’Armi. La scelta non scontenta nessuno, né magistrati e avvocati, né le associazioni. L’amministrazione ha dovuto scartare l’ipotesi iniziale di portare gli uffici giudiziari presso l’ex moscati di Viale Italia. Per utilizzare la struttura serve l’ok della Regione. In ogni caso resta l’ipotesi di trasferirvi il giudice di pace e liberare così Palazzo De Peruta, sede storica dove dovrebbe trovare posto il  Consiglio Comunale. Si chiude così una lunga vicenda, fatta di polemiche e scontri tra l’amministrazione e l’ordine degli avvocati, iniziata già all’epoca della giunta Galasso e continuata per tutto il periodo del commissariamento.

adsense – Responsive – Post Articolo