ALMANACCO IRPINO. Lunedì 1 giugno 2020

adsense – Responsive Pre Articolo

a cura di Grazia Russo 

1 giugno, lunedì San Giustino, protettore dei filosofi

 Arriva giugno su un carro rotto,

rotto è il carro e a rischio è la maggese,

spingi, padrone mio, fatti coraggio:

solo se piove guadagnerai le spese! 

Giugno è il mese del ritorno della transumanza dei mandriani che dalla Puglia riportavano le loro mucche sui pascoli dei monti irpini.

Nel mese di giugno, l’agricoltore doveva stare con la falce a portata di mano: Giugnu favici mpugnu. E per la fine del mese il grano doveva essere mietuto.

Poiché il sole spaccava le pietre, durante la mietitura, sul capo gli uomini portavano cappelli di paglia e le donne pezzuole legate sotto il mento. durante il duro e faticoso lavoro, però sia uomini che donne, trascorrevano il tempo a intonare canti, per lo più canzonature tra i due sessi.

 

adsense – Responsive – Post Articolo