AVELLA. Elia Vittoria, un amico che nessuno avrebbe voluto perdere.

adsense – Responsive Pre Articolo

Una tragedia immensa che ha lasciato attonita e sconvolta la comunità di Avella e dell’intero territorio baianese, la prematura morte di Elia Vittoria, 54 anni, padre, marito ma soprattutto amico stimato da tutti. La grave perdita ha provocato commozione e dolore tra gli amici e tra le tante persone che lo hanno conosciuto.  Elia era un lavoratore instancabile che dal nulla era riuscito a crearsi un’attività di tutto rispetto, la sua passione era quella di carrozziere, fin da giovanissimo aveva profuso il suo impegno creando quella che oggi è conosciuta in tutta l’area irpina e nolana: la “Carrozzeria Europa”. Chi non lo conosceva, chi  almeno una volta non si era rivolto a lui per un problema, chi non ne conosceva la bontà e l’animo buono, pronto ad aiutare il prossimo senza farselo dire due volte. Lavoro e famiglia, a quest’ultima ci teneva tantissimo e ne andava fiero, la sua gioia le sue tre figlie che gli avevano riservato tante soddisfazioni. Poi venivano gli amici, si perchè Elia aveva solo amici, era impossibile che portasse rancore verso qualcuno, conosceva solo il bene e se qualche volta si arrabbiava bastavano pochi istanti per rasserenarsi. Se subiva qualche torto non lo lasciava intravedere, se lo teneva per se, e forse questo  è stato il suo unico neo. Impegnatissimo anche nel sociale, chi non ricorda i carnevali avellani e le sue splendide esibizioni con la compagna avellana del “Laccio d’amore”, chi non ha mai ricevuto un contributo per iniziative sociali a cui partecipava senza se e senza ma.  Insomma la comunità avellana e del baianese perde un amico che era davvero speciale. “Ciao Presidee'”.

adsense – Responsive – Post Articolo