AVELLA. Il fallimento di Biancardi sui bandi in concessione. Cacace: “Tra poco li regaliamo per farli gestire””

adsense – Responsive Pre Articolo

Il gruppo di opposizione interviene con una  nota in relazione ai bandi per la concessione del bar letterario, Teatro Biancardi e ristorante B&B Antico Mulino che da tempo non si riesce a dare in concessione per la mancanza di offerte. “Mai condivisa la scelta e l’indirizzo dato dalla Maggioranza sulla concessione e/o gestione. Non abbiamo mai creduto in questa scelta. E siamo arrivati al punto che tra un po’ li regaliamo. Sono tre anni che l’Amministrazione cerca vie diverse e sempre più agevoli per trovare qualcuno che si faccia avanti per i  beni in questione, due dei quali per la realizzazione hanno visto investire oltre un milione di euro, senza fruttare ad oggi nulla. Ricordiamo quando in Consiglio votarono per la prima volta l’indirizzo di darli in concessione, mi pare che siano stati messi pure in Bilancio tra entrate di previsione, ma nulla, siamo a zero offerte. Qualcuno in quel Consiglio disse che avremmo avuto una fila di offerte essendo un paese molto turistico. Solo chiacchiere a vuoto e narrazioni illusorie. Raccontare di un paese che cresce mentre in cinque anni è sotto gli occhi di tutti cosa è successo. Non si è lasciato segno in sviluppo sociale, economia, commercio e lavoro. Solo debiti da scontare attraverso in un piano di rientro per i prossimi 15 anni a copertura di un disavanzo di oltre 4 milioni di euro”. Gruppo di opposizione “Cambia Avella”. 

adsense – Responsive – Post Articolo