AVELLA. “L’insolito tour”. Alternative tourism ringrazia: un successo l’accoglienza degli studenti francesi.

adsense – Responsive Pre Articolo

Cari lettori, scrivo in prima persona poiché collaboro, seppur sporadicamente con la testata giornalistica, ma in realtà la mia mano segue la voce di altre due persone a parte me, la dott.ssa Nelli Russo e il dott. Carmine Lup.
Questa è una lettera di ringraziamento, un ringraziamento per averci resi ancora una volta fieri di esseri campani, di appartenere ad una terra in cui l’antico concetto dell’ospitalità, della ξενια greca, ha ben salde le proprie radici; ringraziamento per averci dato la possibilità di dimostrare che anche in una piccola realtà come quella avellana si possono aprire le porte allo straniero, che sia esso europeo o non; ringraziamento, infine, per essere stati da esempio anche a chi era un po’ scettico e a chi credeva che questo progetto sarebbe stato un flop.
Di quale progetto parlo? Tre giovani pieni di passione all’inizio di ottobre si recano a Rimini per partecipare ad una fiera di prestigio internazionale che coinvolge operatori e utenti finali del settore turistico. Qui incontrano la signora Cetty Ummarino (conosciuta, tra l’altro, precedentemente proprio ad Avella in occasione della visita dello scrittore Mauro Giancaspro), esperta di formazione e marketing turistico, la quale li presenta a Luca D’Alessio responsabile del tour operator Believe Travels, nonché organizzatore di vacanze studio in cerca di famiglie che possano ospitare studenti francesi. Al signor D’Alessio i tre decantano le bellezze di Avella e l’ospitalità e solarità dei suoi abitanti, è fatta: Alternative tourism inizia la collaborazione con il tour operator per sistemare ragazzi francesi presso famiglie. Rientrati dalla fiera inizia la ricerca, tramite bando, delle persone a cui affidare i ragazzi. Nel giro di poche settimane Avella si prepara ad accogliere 4 gruppi da febbraio ad aprile e a mostrargli tutto il calore e l’amore che NOI gente del sud abbiamo.
Tra lacrime da partenza, sorrisi per affinità scoperte quasi per caso, scambi di gusti culinari e calcistici, le famiglie ospitanti hanno dato il meglio dimostrando ai docenti accompagnatori quanto Avella sia aperta a nuove esperienze e a confronti culturali dai risvolti inaspettati. Pertanto Alternative tourism, ossia Nelli, Carmine e Francesca ringraziano:
– D’Avanzo Filomena
– Sperta Maurizio
– Pecchia Angelina
– D’Avanzo Chiara
– Albino Albano
– Pecchia Francesco
– Masucci Rosa
– Maietta Giuseppe
– Ciardi Antonio
– De Gennaro Stefania
– Mancarella Sara
– Esposito Armando
– Esposito Antonio
– Colletta Angelo
– Biancardi Domenico
– Conte Maria
– Palma Luigi
– Napolitano Antonella
– D’Avanzo Sabatina
– Tedeschi Franca
– Vittoria Genoveffa
Ringraziamo inoltre Cetty Ummarino e Luca D’Alessio per averci coinvolto in questo progetto. Questo è solo l’inizio! Dunque non au revoir ma à bientȏt…
L’insolito tour

adsense – Responsive – Post Articolo