AVELLA. Nasceva 36 anni fa il torneo di Calcetto “Felice Pecchia”. Il valore di un ricordo

adsense – Responsive Pre Articolo

Oggi sono giusti 36 anni che nella sede di Radio Avella in via San Nicola, grazie ad un intuizione di Mario MONTANILE prese forma il 1°torneo di calcetto Felice Pecchia.

E oggi vi invito a non farvi illusioni e a non cadere nell inganno di quelle persone che provano ad allontanarci dal passato, con le sue luci e le sue ombre.
Oggi senza rimpianti inutili, senza intrappolarci nella legge naturale del tempo che passa senza che questo evento possa riprendere il suo cammino dobbiamo domandarci,

CHI HA UCCISO IL TORNEO DI CALCETTO.

C è qualcosa di magico nel ricordo, sicuramente, se riusciamo ad assaporare una dolcissima malinconia anche se nel tempo presente per tutti e con tutti, coltivare i ricordi non è facile.

Tutti possiamo ricordare, tutti abbiamo qualcosa che ci lega al TORNEO DI CALCETTO, tutti siamo impregnati in una memoria che avvolge i torrente del tempo che scorre che non riesce a curare la ferita del dolore che tiene accesa la memoria di un evento che catalizzava
l interesse non solo di Avella ma di tutto il circondario

Non voglio consegnare l epitaffio del Torneo ma una domanda a due SIGNORI che secondo la mia, personalissima, opinione sono i colpevoli della fine del TORNEO DI CALCETTO e sono MARIO MONTANILE in primis e in seguito il Sindaco di AVELLA. Il popolo di Avella e il torneo langue e aspettano le vostre riflessioni da 10 anni non credete che sia giunto il momento di incontro ma vostra OPINIONE.

Antonio Fusco

adsense – Responsive – Post Articolo