BAIANO. Memoria Civica Locale. Concorso per gli alunni dell’istituto comprensivo “Parini”

adsense – Responsive Pre Articolo

BAIANO. Memoria Civica Locale. Concorso per gli alunni dellistituto comprensivo PariniIl passato racconta il presente. E’ il filo tematico della prima edizione del concorso, che impegnerà le ragazze e i ragazzi dell’Istituto comprensivo “Giuseppe Parini”, in coincidenza con le celebrazioni della Giornata delle Forze armate, in programma il 4 novembre, e a settanta anni dall’armistizio dell’ 8 settembre del 1943,  che precorse la conclusione del secondo conflitto mondiale nel  ’45. L’iniziativa si deve all’ Associazione combattenti e reduci e al Circolo socio-culturale LIncontro, in stretta collaborazione con i docenti e la dirigenza dell’Istituto, di cui è titolare il professore Felice Colucci, i plessi scolastici cittadini.   La prova di concorso per le scuole elementari consiste nell’elaborazione grafico-pittorica di soggetti ed aspetti significativi, che rappresentino i valori della pace e della concordia civile e tra i popoli, in antitesti alla brutalità distruttiva della guerra. Interesserà le ragazze e i ragazzi delle quarte e quinte classi.   Per le ragazze e i ragazzi delle terze classi della scuola media del plesso di via Luigi Napolitano, la prova di concorso verterà sull’elaborazione di un testo giornalistico, o di una composizione poetica su argomenti- di seguito indicati- che si rapportano alle testimonianze e ai simboli della memoria civica della comunità locale.

1)Targa stradale, intitolata- nell’omonima via- ad Angelo Scafuri, ufficiale dell’Esercito italiano, morto nella campagna di Russia, nel secondo conflitto mondiale.

I  disegni  degemonia della Germania nazionalsocialista e  lEuropa.

2) Lapide, affissa sulla facciata esterna del Palazzo municipale,  in corso Garibaldi, evocativa della figura di Nicola Litto,  sottotenente dei carabinieri, ucciso in conflitto a fuoco nel 1936 nella campagna militare d’Africa, onorato con  medaglia d’argento al valore militare.

Nazionalismo e colonialismo nel  ‘900

3)      Monumento ai caduti in guerra, in piazza Francesco Napolitano.

La Carta costituzionale e il  ripudio della guerra, il valore della pace e della giustizia tra e per  i popoli.

4) Stele commemorativa delle vittime civili di guerra, nella Villa comunale.

Le sofferenze dei popoli  trascinati e coinvolti nei conflitti bellici del900 e dei nostri giorni.

 I migliori elaborati- scelti dai docenti– saranno premiati, uno per ciascuna classe,  con riconoscimenti in pergamena nelle manifestazioni del 4 novembre prossimo. Il 12  ottobre è previsto l’incontro con le classi del plesso delle scuole elementari, in cui i promotori presenteranno l’iniziativa, con il supporto di documenti fotografici e filmati. Analoghi incontri in due turni sono programmati il 19 ottobre nel plesso della scuola media “Parini”.

adsense – Responsive – Post Articolo