BAIANO. Mozione sulla dismissione della Circumvesuviana, presentata dal gruppo consiliare “Io ci credo” all’ultimo Consiglio Comunale del 07/11/2019

adsense – Responsive Pre Articolo

Ecco la mozione di cui in oggetto presentate dal gruppo consiliare “Io ci credo”. all’ultimo Consiglio Comunale di Baiano del 07/11/2019.

La mozione è stata approvata all’unanimità e il Sindaco ha dato già disposizioni alla segretaria per la convocazione ad horas del Consiglio dell’Unione dei Comuni del Baianese e dell’Alto Clanio, in una pubblica seduta, a cui potranno prendere parte le associazioni e i comitati, nonché l’intera popolazione intercomunale. Parimenti, è stato deciso di trasmettere la mozione a tutti i Comuni dell’area ex Mandamentale.

—————–

Al Presidente del  Consiglio Comunale

OGGETTO: riproposizione della mozione già presentata nella seduta del Consiglio Comunale del 18/04/2019 – tuttora in attesa di discussione e di deliberazione – avente ad oggetto il mantenimento e il miglioramento del servizio di collegamento ferroviario sulla tratta Baiano- Nola- Napoli della ex Circumvesuviana (ora gestita dall’Eav). Necessità di un raddoppio del binario sulla tratta Baiano- Nola per ridurre i tempi di percorrenza e rendere più efficiente il servizio. Riqualificazione e potenziamento del trasporto ferroviario sulla tratta Baiano-Nola-Napoli.      I sottoscritti sigg, EMANUELE LITTO, nato a Napoli, il 28/06/1975,  GIANPAOLO PETRILLO, nato ad Avellino, il 02/06/1975, e STEFANO LIETO, nato a Baiano, il 29 aprile 1958, nella loro qualità di consiglieri comunali di Baiano, PREMESSO CHE – nella seduta del Consiglio Comunale di Baiano, tenutasi il 18/04/2019, il gruppo conciliare “Io ci credo” ha presentato una mozione avente ad oggetto il mantenimento e il miglioramento del servizio di collegamento ferroviario sulla tratta Baiano- Nola- Napoli della ex Circumvesuviana (ora gestita dall’EAV); – detta mozione, non è stata finora discussa, in quanto – su invito del Sindaco – il Consiglio Comunale ha deciso, all’unanimità, di attendere per la deliberazione, in attesa di poter invitare e ascoltare, in un pubblico incontro nell’assise comunale – aperto anche alle associazioni, comitati e cittadini – i responsabili dell’EAV, i promotori del progetto della metropolitana leggera, nonché i consiglieri e/o i componenti della Giunta regionale campana, in grado di relazionare sull’opera di potenziamento e di riqualificazione del sistema di trasporto ferroviario nell’area Nolana- Baianese, in attuazione della Delibera della Giunta Regionale n.° 180 del 03/05/2016; delibera, quest’ultima, che ha previsto una rimodulazione degli interventi sulla ferrovia ex Circumvesuviana, per una riqualificazione della stazione di Nola e dell’area antistante, con eliminazione delle interferenze sulla linea Napoli- Baiano, ricadenti sul territorio dell’area nolana, per un costo complessivo di oltre 32 milioni di euro, integrati da altri 10 milioni per l’eliminazione dei passaggi a livello, la messa in sicurezza, nonché l’automazione sulla linea Nola- Baiano; – nelle ultime settimane è ribalzata sui giornali locali, la notizia dell’invio da parte della Giunta Regionale Campana di un Protocollo d’Intesa da siglare tra Regione Campania, Comuni di Nola, Cimitile, Camposano, Cicciano, Roccarainola, Avella, Baiano, Ente Autonomo Volturno, per la realizzazione sulla linea circumvesuviana Napoli- Nola di un HUB Nola, con potenziamento e riqualificazione del sistema trasportistico dell’area Nolana Baianese; – detto progetto da realizzarsi, con un investimento di 32 milioni di euro, finanziato dai fondi comunitari per il Por- Campania 2014/2020, quasi in scadenza, prevederebbe: a) una riqualificazione della tratta Nola- Baiano con la sistemazione della stazione di Nola; b) l’esecuzione di una metropolitana leggera lungo la tratta Baiano- Nola, con l’istituzione di ben 19 fermate-stazioni, che dovrebbero essere servite da uno o più convogli elettrificati; c) la realizzazione di una pista ciclabile, in affiancamento della metropolitana leggera; d) la totale dismissione dell’attuale servizio ferroviario e l’affidamento, in comodato d’uso, dei fabbricati stazioni ai Comuni di Cimitile, Camposano, Cicciano, Roccaraionola, Tufino, Avella-Sperone; – in particolare, la Giunta della Regione Campania – con poco garbo istituzionale – avrebbe completamente travalicato i Consigli Comunali interessati dal progetto di metropolitana leggera e senza alcun atto e/o carteggio preliminare, avrebbe direttamente chiesto alle Giunte Comunali di approvare, a stretto giro, il protocollo d’Intesa, così da poter convocare una Conferenza dei Servizi per l’approfondimento e la discussione, per poi procedersi alla redazione del progetto definitivo, che l’EAV s.r.l. dovrebbe realizzare, quale soggetto attuatore dei Nuovi investimenti sulla Rete ferroviaria; – il progetto -letteralmente calato dall’alto – appare generico, sommario e frettoloso e soprattutto, comporterebbe una totale dismissione del servizio di trasporto ferroviario dell’ex Circumvesuviana, operante dal 1885, tale, addirittura, da far allungare e non accorciare i tempi di percorrenza sulla tratta Baiano- Nola- Napoli, visto che con l’istituzione di 19 fermate, il convoglio (e/o convogli), che presumibilmente dovrebbe (o dovrebbero) fare da raccordo con Nola, per poi raggiungere Napoli (HUB, in inglese significa collegamento), impiegherebbe non meno di 30/40 minuti per arrivare nella sola città Bruniana; – per queste ragioni e soprattutto per non aggravare ulteriormente l’isolamento dell’intera area ex mandamentale – ormai ridotta a mero dormitorio – stante la perdurante stagnazione economica e produttiva dell’intero territorio, che, invero, ben poco offre in termini di opportunità occupazionali e lavorative – la Giunta dei Sindaci dell’Unione intercomunale del Baianese e dell’Alto Clanio, ha già deliberato, all’unanimità, per il rifiuto del progetto di metropolitana leggera, così come delineato nel Protocollo d’Intesa trasmesso ai Comuni di Baiano e di Avella;
Tanto premesso
CONSIDERATO CHE – il servizio sulla rete ferroviaria Baiano- Nola- Napoli necessita di un miglioramento e di una maggiore efficienza, in quanto molteplici sono i disservizi che si registrano quotidianamente per l’utenza;
– detto collegamento è vitale per la città di Baiano e per l’intera area ex mandamentale, perché consente in poco più di un’ora di raggiungere il centro di Napoli, ove centinaia di nostri concittadini quotidianamente lavorano e studiano; – la realizzazione di una metropolitana leggera appare oggettivamente difficile da realizzarsi, perché i costi per la realizzazione e la gestione, sarebbero sicuramente esorbitanti anche per i Comuni su cui essa ricadrebbe e, in ogni caso, essa finirebbe per allungare e non per accorciare i tempi di percorrenza, dal momento che per raggiungere Nola, (per poi proseguire in direzione Napoli) si dovrebbero prendere delle vetture circolanti su gomma, che dovrebbero attraversare tutti i Paesi interessati dall’attuale tratta ferroviaria Baiano – Nola – Napoli; cosa quest’ultima che finirebbe per disincentivare e non certo per incoraggiare l’utilizzo dei mezzi pubblici per raggiungere il capoluogo Campano;   – si rende, piuttosto necessario pensare ad un potenziamento della linea ferroviaria attraverso il raddoppio del binario sulla tratta Baiano- Nola, che insieme al doppio binario,  già operante sulla tratta Saviano- Scisciano- Napoli, consentirebbe di raggiungere la città partenopea, da Baiano (stazione terminale), in tempi – a scalare da Avella, Roccarainola, Cicciano, Camposano – complessivamente, ridotti rispetto a quelli ora necessari e che si aggirano attorno ad un’ora circa;  – il raddoppio del binario finirebbe per realizzare una vera metropolitana leggera sulla tratta Baiano- Nola- Napoli, con costi sicuramente inferiori, sia per la Regione Campania, sia per i Comuni interessati dal servizio; – il collegamento ferroviario diretto con Napoli è una risorsa imprescindibile per  Baiano, anche in prospettiva futura, in quanto potrebbe ricollegarsi all’Alta velocità, che già attraversa le Stazioni di Napoli ed Afragola e che presto raggiungerà anche Cancello, che sarà uno snodo nevralgico di collegamento sulla tratta ferroviaria Napoli – Bari;

– ben più utile, sarebbe quindi, pensare alla realizzazione di un servizio alternativo e non sostitutivo a quello attualmente fornito dalla linea ferroviaria Baiano- Nola Napoli; servizio alternativo che ben potrebbe essere realizzato, anche attraverso una filovia su gomma che colleghi però tutti i Comuni dell’area ex mandamentale (ivi compreso Mugnano del Cardinale, Quadrelle e Sirignano), al fine di decongestionare il traffico, soprattutto, lungo la strada Nazionale delle Puglie; – il pieno adeguamento della linea ferroviaria Nola-Baiano ai principi di modernità, sicurezza e rispetto ambientale potrebbe essere senz’altro raggiunto attraverso l’applicazione delle più moderne tecnologie per la sicurezza della linea, con interventi mirati di rifacimento dei passaggi a livello, con opere di contenimento e di abbattimento del rumore, nonché con il rifacimento delle stazioni attualmente esistenti, per renderle conformi ai più moderni standard di sicurezza, accessibilità e fruibilità, attrezzandole con monitor arrivi/partenze, con teleindicatori su banchine, percorsi e mappe tattili per ipovedenti, rampe e ascensori per disabili e marciapiedi per agevolare l’accesso e la discesa dai convogli; – il raddoppio del binario lungo la linea Baiano- Nola e gli adeguamenti e ammodernamenti descritti avrebbero sicuramente l’effetto di riqualificare e potenziare il servizio trasportistico dell’area Nolana-Baianese, con costi di esecuzione che sarebbero decisamente inferiori rispetto al vago (oltre che inutile) progetto di metropolitana leggera, che rischierebbe, invece, di avere come unico risultato concreto la completa dismissione del servizio di collegamento ferroviario Baiano-Napoli.

Tanto premesso e considerato, per i motivi sopra esposti, i consiglieri comunali, come sopra individuati propongono al

SINDACO, alla LA GIUNTA al CONSIGLIO COMUNALE l’approvazione di una mozione per:

1) DICHIARARE la volontà di adottare ogni iniziativa utile – per quanto di competenza – finalizzata al mantenimento, alla conservazione e al miglioramento del servizio di collegamento ferroviario sulla tratta Baiano – Nola- Napoli, coinvolgendo la Regione Campania e l’Eav in un progetto di riqualificazione e di potenziamento della linea ferroviaria; 2) DI DICHIARARE la volontà di considerare qualsiasi eventuale proposta di metropolitana leggera, quale forma alternativa e non sostitutiva del servizio di collegamento ferroviario Baiano- Nola- Napoli; 3) DI PRENDERE atto della necessità che detto collegamento debba essere, in ogni caso mantenuto, in quanto vitale sul piano economico e sociale per la città di Baiano e dell’intera area ex Mandamentale (avente una popolazione di circa 30.000 abitanti), in quanto in grado di consentire ad una vasta utenza – costituita da lavoratori e studenti – di raggiungere ogni giorno il capoluogo Regionale; 4) DI PRENDERE ATTO che la delibera della Giunta Regionale n.° 180 del 03.05.2016, prevedeva una rimodulazione degli interventi, ai fini di una riqualificazione della Stazione di Nola, con costi per oltre 32 milioni di euro, integrati per ulteriori 10 milioni di euro, per l’eliminazione dei passaggi a livello, la messa in sicurezza e l’automazione sulla tratta Nola- Baiano e non già la dismissione del servizio ferroviario lungo la tratta Baiano- Nola- Napoli, così come sembrerebbe prospettarsi nel Protocollo d’Intesa inviato al Comune di Baiano; 5) DI ESPRIMERE espressamente il rifiuto a qualsiasi progetto e/o Protocollo d’Intesa, che travalicando i Consigli Comunali e con essi la volontà delle comunità cittadine interessate dal servizio trasportistico locale, preveda la dismissione ferroviaria del collegamento diretto Baiano- Napoli, operante fin dal 1885;

6) DI CONFERIRE all’Ufficio Tecnico i necessari poteri per la realizzazione di uno studio di fattibilità per la realizzazione, assieme al Comune di Sperone e di Avella, di un progetto per il raddoppio del binario, indispensabile per la riduzione dei tempi di percorrenza sulla tratta Baiano- Nola- Napoli e/o di ogni altro progetto che miri al potenziamento e alla riqualificazione del servizio di trasporto ferroviario attualmente esistente; 7) DI CONFERIRE all’Ufficio Tecnico i necessari poteri per la realizzazione di uno studio di fattibilità per la realizzazione, assieme a tutti gli altri Comuni dell’area ex mandamentale, di una filovia su gomma – con un progetto condiviso da sottoporre all’esame della Regione Campania e degli organi competenti –  in modo tale da facilitare gli spostamenti intercomunali e decongestionare il traffico, principalmente lungo via Nazionale delle Puglie; servizio quest’ultimo, da intendersi, quale alternativo e non sostitutivo rispetto a quello ferroviario, in ogni caso, da preservare e migliorare. 8) DI CONVOCARE, ad horas, il Consiglio dell’Unione dei Comuni del Bainese e dell’Alto Clanio, con un invito esteso a tutta la cittadinanza intercomunale, nonché alle associazioni, comitati locali e organi di informazione, per discutere in una pubblica udienza, sul progetto di dismissione del servizio ferroviario di collegamento Baiano- Napoli, che sembrerebbe essere stato prospettato dal Protocollo d’Intesa trasmesso dalla Giunta Regionale della Campania al Comune di Baiano e di Avella; 9) DI TRASMETTERE la presente mozione, così come integrata e/o emendata a tutti gli altri Consigli Comunali dell’Unione dei Comuni del Baianesi e dell’Alto Clanio, affinché ne prendano atto e deliberino, se lo riterranno opportuno, sulla medesima.

Si allega alla presente:

1) copia della mozione presentata dal gruppo consiliare “Io ci credo”, nella seduta del Consiglio Comunale del 18/04/2019

Si chiede che la presente mozione sia posta in discussione immediatamente, in quanto essa ripropone ed integra quella già presentata nel corso della seduta del Consiglio Comunale del 18/04/2019.

BAIANO (Av) 07/11/2019

I CONSIGLIERI COMUNALI

Emanuele Litto                    Gianpaolo Petrillo                       Stefano Lieto

adsense – Responsive – Post Articolo