CALCIO, SEDICESIMI COPPA ITALIA SERIE C. Rimonta dei lupi che vale gli ottavi, ritorna al gol Alfageme. Avellino-Cavese 2-1

adsense – Responsive Pre Articolo

Avellino (3-5-2): Tonti ; Njie (1′ st Karic), Zullo (23′ st Illanes), Laezza; Celjak, Rossetti, Di Paolantonio, Silvestri (1′ st Micovschi), Parisi; Alfageme (43′ st Palmisano), Albadoro (30′ st Charpentier). A disp.: Pizzella, Abibi, Morero, De Marco, Carbonelli, Evangelista, Petrucci. All. Ezio Capuano

Cavese (4-2-3-1): Kucich; Spaltro, Matino, Polito, Galfano; Castagna, Matera (20′ st Bulevardi); Di Roberto, Russotto (16′ st Goh Virou), Sandomenico (17′ st Addessi); El Ouazni. A disp.: Bisogno, Favasuli, De Rosa, Sainz Maza, Germinale, Rocchi, Guadagno, Nunziante, De Luca. All. Salvatore Campilongo

Arbitro: Garofalo di Torre del Greco 6.

Assistenti: Mittica e Gregorio di Bari.

Note: ammoniti Laezza, Njie, Spaltro, Castagna, Padovano; recupero 1′ pt e 4′ st.

Reti: 17′ pt El Ouazni (C), 44′ pt Alfageme (A), 38′ st rig. Micovschi (A).

di Lucio Ianniciello

I lupi passano il turno, se la vedranno con la Ternana agli ottavi. Gli umbri hanno eliminato la Fermana. Una bella rimonta ha premiato i biancoverdi. Torna al gol Alfageme, secondo stagionale, il primo sempre in Coppa contro la Paganese. Capuano ha rischiato qualcosa nel secondo tempo e ha avuto ragione. Importante aver pareggiato prima del duplice fischio.

Spazio a Njie in difesa, Silvestri a centrocampo, in attacco Albadoro-Alfageme. La Cavese fronteggia il 3-5-2 avversario con un 4-2-3-1 dinamico. Apre le danze Rossetti, la palla finisce alta al 7′. I metelliani in 2′ si trovano due volte in fuorigioco ma passano in vantaggio al 17′, Galfano imbecca El Ouazni il quale con un esterno destro al volo batte Tonti in uscita. I padroni di casa non ci stanno, Parisi con un diagonale fa la barba al palo. Fioccano i gialli: Laezza, Njie, Spaltro. Proprio Njie poco prima sbagliava un disimpegno ma la Cavese non ne approfittava. I lupi cominciano a imbastire manovre e occasioni degne di nota, Di Paolantonio serve Rossetti che tira fiacco sul fondo. Ancora l’ex Teramo da corner tira teso ma la sfera sfila senza essere impattata da nessun compagno. La Cavese e’ pericolosa con il solito El Ouazni, si fa beffe di Njie e sferra una conclusione sopra la trasversale. Il pari avellinese lo costruisce e lo finalizza Alfageme, scappa via guadagnandosi un calcio d’angolo dal quale sfrutta una torre di Zullo infilando di testa Kucich. Si va al riposo sull’1-1. CALCIO, SEDICESIMI COPPA ITALIA SERIE C. Rimonta dei lupi che vale gli ottavi, ritorna al gol Alfageme. Avellino Cavese 2 1

La gara e’ secca, in caso di parità tempi supplementari ed eventuali rigori. Capuano la vuole portare a casa prima e inserisce Karic e Micovschi per Njie, gara steccata e Silvestri abbassando Celjak a terzo di difesa con il romeno largo a destra. C’è subito un tiro di Di Paolantonio che Kucich non trattiene, pronto Parisi per il tap in, sospetto intervento da rigore sul serinese che l’arbitro Garofalo non sanziona. Le mosse di  Campilongo sono Goh, Addessi e Bulevardi. Per i lupi non ce la fa più Zullo, lo rimpiazza Illanes. Gli aquilotti si fanno notare con due traversoni dalla destra, sventa Tonti allungandosi. Cresce la pericolosità degli ospiti, Addessi conclude sull’esterno della rete ed El Ouazni coglie la traversa con una terrificante botta da oltre 30 metri. In mezzo a queste due occasioni Rossetti non e’ deciso nell’area cavese. Dopo il montante dei metelliani, e’ Parisi a provarci da lontano in bello stile ma Kucich blocca. All’82’ Spaltro falcia in area l’onnipresente Parisi, Garofalo questa volta non ha dubbi e decreta il penalty che Micovschi va a trasformare, 2-1. Esultano i pochi spettatori del Partenio Lombardi.  Palmisano sostituisce Alfageme, non guasta rinforzare gli ormeggi,  al 75′ era entrato  Charpentier. L’Avellino amministra e si qualifica.

 

 

adsense – Responsive – Post Articolo