Calcio Serie C, 33a Giornata. Vittoria di platino per i lupi contro la Virtus Francavilla, ci pensa Maniero su rigore.

adsense – Responsive Pre Articolo

Avellino-Virtus Francavilla 1-0.

Avellino (3-5-2): Forte; Illanes, Miceli, Rocchi; Ciancio, Rizzo (45′ st Dossena), Aloi, D’Angelo, Tito (38′ st Baraye); Maniero (37′ st Adamo), Santaniello (30′ st Fella). A disp.: Pane, Laezza, M. Silvestri, Capone,  All. Braglia.

Virtus Francavilla (3-5-2): Costa, Celli, Pambianchi (41′ st Zenuni), Caporale; Delvino (11′ st Castorani), Giannotti, Franco, Mastropietro (41′ st Miccoli), Nunzella (27′ st Sparandeo); Ciccone, Vazquez (27′ st Adorante). A disp.: Crispino, Negro, Carella, Marino, Calcagno. All. Colombo.

Arbitro: Cavaliere di Paola.

Assistenti: Meocci di Siena e Lencioni di Lucca. Quarto uomo: Vigile di Cosenza.

Note: espulso al 46′ st Celli; ammoniti Giannotti, Celli, Rocchi, Franco, D’Angelo; recupero p.t. 0′, s.t. 4′.

Reti: 36′ pt rig. Maniero,

di Lucio Ianniciello

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, è giunta di misura su un calcio di rigore di Maniero. Tre punti meritati per i lupi che si tengono stretto il secondo posto, controbattendo alla vittoria del Bari di ieri  (+7 sui galletti) e in attesa del match del Catanzaro a Torre del Greco. Calcio Serie C, 33a Giornata. Vittoria di platino per i lupi contro la Virtus Francavilla, ci pensa Maniero su rigore.

Avellino in campo col solito schema, come da previsione giocano Rocchi e Santaniello, Rizzo vince il ballottaggio con Adamo e va a fare la mezzala. Squalificato Luigi Silvestri, out causa Covid Bernardotto, Carriero e De Francesco. In panca il giovane montellese Capone, Laezza, fermo da più di 6 mesi ma non ancora utilizzabile e il recuperato Marco Silvestri. Virtus Francavilla con la stessa formazione che ha sbancato Teramo, indisponibili Ekuban, Puntoriere, Di Cosmo e Maiorino. Al 5′ la prima conclusione è di Tito, diagonale potente non di molto fuori. Sole primaverile al Partenio Lombardi. Al 13′ ci prova Aloi direttamente da corner, un balzo di Costa evita il peggio prima che l’arbitro intervenga nella conseguente mischia. Un paio di lancette e il perfetto cross di Tito non è premiato da Santaniello che di testa impatta male. I lupi insistono, dall’altra parte Ciancio imbecca Maniero in area, girata e palla sul fondo. I pugliesi cercano di reagire, su una sgroppata di Nunzella ci mette il piede Miceli per il corner ospite. La gara entra in una fase di sostanziale equilibrio ma al 28′ la migliore occasione dei lupi: Rocchi trova il tempo per concludere all’interno dell’area avversaria, Costa è provvidenziale con la manona. Il primo giallo, dopo alcuni interventi non ortodossi dei brindisini, al 33′ con Giannotti che falcia Aloi. La gara si sblocca subito dopo, Celli atterra D’Angelo, rigore netto e altra ammonizione. Sul dischetto implacabile Maniero che spiazza Costa, 1-0 Avellino. Continua a esercitare pressione il team di Braglia, la Virtus riparte ma da un paio di palle inattive non cava un ragno dal buco. Si va al riposo.

Rocchi alla ripresa si becca subito il giallo dopo un controllo non proprio sicuro, manata a Ciccone. La punizione di Vazquez è oltre il montante. I lupi replicano con un diagonale di Ciancio a lato e un servizio di Tito in area, pescato da Rizzo, a cui i compagni non rispondono. Colombo effettua il cambio Delvino-Castorani. Al 60′ dialogano Maniero e Santaniello, quest’ultimo di piatto manda fuori. Si comincia a sentire la stanchezza, Nunzella conclude debolmente in area avellinese e Forte non ha problemi a far sua la sfera. Al 70′ azione personale di Rizzo, evita un paio di avversari arrivando al tiro non lucidissimo, para Costa. Colombo attinge ancora dalla panchina, nella mischia Sparandeo e Adorante per Nunzella e Vazquez, mentre Braglia avvicenda Santaniello con Fella. Virtus più sbarazzina in questa ripresa, da un flipper conseguente ad una palla inattiva la deviazione di Illanes stava per giocare un brutto scherzo ma Forte è attento. Alcuni giocatori irpini sono in debito d’ossigeno, crampi per Maniero dopo un diagonale largo su una grande giocata di Rizzo. Esce il bomber, con il gol di oggi ha raggiunto la doppia cifra (10), lo rimpiazza Adamo, Baraye per Tito. Colpito da crampi anche Rizzo, buon match per il palermitano, entra Dossena. Al 91′ doppio giallo a Celli, fallo su D’Angelo e Virtus Francavilla in 10. Dopo 4′ di recupero e un tiraccio alle stelle di Baraye, servito ottimamente da Aloi, giunge il triplice fischio di Cavaliere. I lupi riprendono la cavalcata dopo lo stop di Catania.

adsense – Responsive – Post Articolo