Calcio Serie C, 38a Giornata. L’Avellino pareggia in casa della Cavese e conclude la regular season al terzo posto in classifica.

adsense – Responsive Pre Articolo

Cavese (4-3-3): Russo; Marzupio, Matino, De Franco, De Vito (15’ st Ricchi); De Marco (41’ st Nunziante), Favasuli (22’ st De Rosa), Pompetti; Gatto (22’ st Calderini), Gerardi, Senesi (41’ st Lancini). A disp.: D’Andrea, Paduano, Senese Gega. All. Maiuri.

Avellino (3-5-2): Pane; Laezza, Dossena, Illanes (1’ st Miceli); Rizzo (20’ st Adamo), Carriero, Aloi (27’ st De Francesco), D’Angelo, Tito; Fella (27’ st Santaniello), Maniero (27’ st Bernardotto). A disp.: Forte, Errico, Ciancio. All.: Braglia

Arbitro: Panettella della sezione di Gallarate.

Assistenti: Teodori di di Fermo e Pintaudi della sezione di Pesaro.

Quarto uomo: Madonia di Palermo.

Note: ammoniti Laezza, Dossena, Aloi, De Marco, D’Angelo, Ricchi, Marzupio, Adamo, Calderini; recupero p.t. 2′ , s.t. 5′.

Reti: 47′ pt Carriero (A), 35′ st Calderini (C).

L’Avellino non riesce ad agguantare il secondo posto nonostante se ne fossero create le condizioni per via del pareggio del Catanzaro, al “Ceravolo”, contro il Monopoli. Si fa raggiungere all’80’ dalla già retrocessa Cavese. Era stato Carriero, sull’asse Tito-Rizzo, con un gol in rovesciata sporcato, a portare avanti gli irpini. Si era al secondo minuto di recupero della prima frazione. Poco prima c’era stata la traversa di Fella. Nella seconda frazione, dopo il gol in mischia di Calderini, l’Avellino coglieva un altro legno con D’Angelo, era appena giunta la notizia del 2-2 del Monopoli a Catanzaro. Una rissa nel finale e il triplice fischio dell’arbitro. L’Avellino chiude la regular season al terzo posto in classifica.

adsense – Responsive – Post Articolo