Calcio Serie C, ritorno play off nazionali 2° turno. L’Avellino è in semifinale, battuto 1-0 dal Sudtirol al 98′ e in 10 per più di un tempo.

adsense – Responsive Pre Articolo

Sudtirol-Avellino 1-0

Sudtirol (4-3-2-1): Poluzzi; Morelli, Curto, Vinetot (36′ st Magnaghi), Fabbri (36′ st Davi); Karic (9′ st Greco), Fink (21′ st Rover), Beccaro (1′ st Odogwu); Casiraghi, Voltan; Fischnaller. A disp.: Meneghetti, Pircher, Bussi, Malomo, Polak, Gatto, Bertuolo. All. Vecchi.

Avellino (3-5-2): Forte; Ciancio, Dossena, Illanes; Rizzo (41′ st Adamo), Carriero (41′ st Miceli), Aloi, D’Angelo, Tito; Maniero (29′ st Bernardotto), Santaniello (30′ pt De Francesco). A disp.: Pane, Leoni, L. Silvestri, Rocchi,  M. Silvestri, Errico, Fella. All. Braglia.

Arbitro: Di Graci di Como.

Assistenti: Ceccon-Cataldo. Quarto uomo: Zufferli.

Note: 27′ pt espulso Aloi per doppia ammonizione; ammoniti Curto, Voltan, Forte, Morelli, Vinetot Greco, Illanes, Adamo; recupero p.t. 2′, s.t. 8′.

Rete: 53′ st Casiraghi.

di Lucio Ianniciello

L’Avellino strappa il pass per la semifinale, in 10 dal 27′ anestetizza gli altoatesini che non riescono a cavare un ragno dal buco, da segnalare un legno di Fishnaller. Solo a partita conclusa, minuto 98, il rigore di Casiraghi per l’1-0 definitivo, 2-0 a favore dei ragazzi di Braglia al Partenio Lombardi. Una partita di cuore, un Avellino di ferro che ha tenuto in una situazione complicata. Il prossimo avversario sarà il Padova che riesce a qualificarsi per il rotto della cuffia perdendo 1-3 con il Renate.

Avellino con due cambi rispetto alla gara d’andata, Laezza squalificato, lo rimpiazza Ciancio che arretra in difesa, al posto del veneto gioca da esterno di centrocampo Rizzo. In attacco Santaniello si guadagna i gradi di titolare dopo la bella prestazione di domenica scorsa, Fella in panca. Vecchi non cambia la difesa ma  2/3 di centrocampo e attacco: Tait squalificato, Greco in panca e quindi spazio a Fink e a Beccaro, nel reparto avanzato il superstite rispetto alla gara del Partenio Lombardi è Voltan che con Casiraghi sostiene il riferimento Fishnaller. Tra le riserve Rover e Odogwu, non disponibili Marchi ed El Kaouakibi per squalifica. “Druso” parzialmente aperto al pubblico, ci sono 136 sostenitori irpini. Al 6′ Avellino insidioso con un traversone in area di Tito,  D’Angelo arriva in  ritardo. Gara spezzettata nelle fase iniziali. Il primo ammonito è Aloi al 18′, fallo su Casiraghi. La manovra altoatesina fatica a trovare sbocchi. Al 27′ tegola in casa Avellino: secondo giallo per Aloi, altro fallo su Casiraghi. Braglia corre ai ripari vista l’inferiorita’ numerica, sacrifica Santaniello inserendo De Francesco. Al 32′ Dossena colpisce di testa su palla inattiva di Tito, para Poluzzi in due tempi. Il Sudtirol risponde con un tiro a tiro a giro fiacco di Voltan che Forte non ha problemi a neutralizzare. Al 38′ padroni di casa vicinissimi al vantaggio, Voltan pesca Fishnaller che di testa centra la traversa. Velleitario subito dopo un rasoterra di Casiraghi dalla distanza, Forte si accartoccia a fa sua la sfera. Al 43′ errore di Ciancio, ne approfitta il Sudtirol ma è Illanes in scivolata a chiudere su Voltan in calcio d’angolo. Dopo 2′ di recupero duplice fischio di Di Graci, l’Avellino dovrà stringere i denti.

A trazione anteriore gli altoatesini, entra la punta Odogwu per il centrocampista Beccaro. Dopo 4′ diagonale di Voltan fuori non di molto, due giri di lancette e ci prova Odogwu di testa da corner di Karic, Curto arriva tardi per il tap in. Secondo ammonito per il Sudtirol, Voltan trattiene per la maglia Rizzo. Vecchi effettua il cambio Karic-Greco. L’ Avellino tiene se si eccettua un tentativo maldestro di Fishnaller nell’area irpina. Nella mischia pure Rover, altro giocatore offensivo, per Fink. I ragazzi di Braglia alleggeriscono con una punizione di Tito alta. Fioccano i gialli per il Sudtirol che non trova più la via della porta. Intanto Maniero tira il fiato, in campo Bernardotto. Al 75′ i lupi si rendono pericolosi, Rizzo suggerisce per D’Angelo che di piatto conclude a lato da buona posizione. Dall’altra parte su una punizione cross di Casiraghi svetta di testa Dossena, poi Morelli va in rete di testa ma è fuorigioco. All’85’ altro gol annullato, zampata di Odogwu su servizio di Voltan, ancora offside. Doppio cambio in casa irpina, Adamo e Miceli per Rizzo e Carriero. Sei i minuti di recupero. Occasionissima al 94′ per l’Avellino, si butta nella prateria Bernardotto che avanza solo ma non tira, in area cincischia e Poluzzi lo ferma. Minuti aggiuntivi di recupero. Al 98′ calcio di rigore per il Sudtirol per un fallo di De Francesco su Voltan , segna Casiraghi ma non c’è più tempo. L’Avellino è in semifinale.

adsense – Responsive – Post Articolo