CALCIO, SERIE D. Altri 1000 biglietti esauriti in pochi minuti, i tifosi irpini protestano e la LND replica con un comunicato.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

In tardo pomeriggio sono giunti altri 1000 biglietti, polverizzati in pochi minuti da Avella a Calitri, per i tifosi irpini che hanno vissuto una giornata campale a causa dell’attesa dalla mattina. Gli aficionados del lupo si sistemeranno anche in curva “Fioravanti” oltre alla tribuna “Vallesanta”, quest’ultimo settore è andato esaurito già ieri con i 3000 ticket strappati. In effetti il titolo gratuito per i giovano fino ai 14 anni ha consigliato alla Questura di Rieti di vendere solo una manciata di tagliandi per la “Vallesanta” (10 euro il costo). Ne è scaturita la divisione della torcida  avellinese, sicuramente più scomoda la “Fioravanti” (biglietto a 7 euro), scoperta e con parcheggio assente. La protesta dei tifosi si è fatta sentire sull’inadeguatezza dell’organizzazione e di un impianto che non si è dimostrato adatto a raccogliere lo straripante entusiasmo irpino. Stadio da 10.000 posti ma capienza ridotta.  C’è stata probabilmente anche una sottovalutazione della LND che però replica con il comunicato di cui sotto. Il rischio, quasi una certezza purtroppo, è che i molti tifosi rimasti senza biglietto partiranno ugualmente alla volta di Rieti. Le istituzioni del capoluogo laziale sconsigliano di farlo soprattutto per la modalità nominativa dei ticket. A fronte dei 4000 tifosi biancoverdi, ci saranno 500 sardi che occuperanno la tribuna “Terminillo”. La cifra è esigua, ciò ha fatto montare ancora di più la contestazione ad Avellino e provincia per le decisioni relative alla distribuzione. Tant’è, a rendere la trasferta reatina maggiormente probante ci sarà un meteo per niente clemente. La pioggia la farà da padrone, ma nessuno fermerà l’esodo dell’Irpinia sportiva.

“La scelta della sede dell’incontro, nell’ambito della regione Lazio è stata determinata al fine di evitare disagi organizzativi ad entrambe le società ed alle rispettive tifoserie. Considerato che gli stadi di Frosinone (per la concomitanza della gara di serie A) e di Viterbo (che ha ospitato la finale di Coppa Italia Serie C lo scorso 8 maggio) non erano disponibili, la scelta è ricaduta sullo Stadio di Rieti che in ogni caso presenta tutti i requisiti per ospitare un evento con notevole afflusso di pubblico.
Grazie alla disponibilità e collaborazione del Comune di Rieti e della Società FC Rieti, è stato possibile intraprendere il percorso organizzativo di concerto con la Questura di Rieti.
Il Dipartimento, quindi, ha osservato tutte le disposizioni richieste dalla Questura che ha stabilito di mettere a disposizione dei tifosi dell’Avellino 3.020 biglietti del settore Tribuna e 980 del settore curva per un totale di 4.000; oltre a 500 biglietti per il settore riservato ai tifosi del Lanusei.
Tutte le misure organizzative, pertanto, sono state previste per le esigenze di ordine pubblico e necessità ad esse connesse, così come evidenziate dalla Questura di Rieti”.

adsense – Responsive – Post Articolo