CALCIO SERIE D GIRONE G, 30a GIORNATA. Sardegna agrodolce, poker dei lupi e colpo del Lanusei. Castiadas – Avellino 0-4.

adsense – Responsive Pre Articolo

Castiadas (4-4-2): Forzati; Sarritzu (27′ pt Pinna), Capone, Boi, Costa (16′ st Camba); Carboni (16′ st Fe), Proto (25′ st Menegat), Aiana, Milani (16′ st Cordeddu); Perrotti, Mesina. A disp.: Idrissi, Sau, Manca, Carrus, Melis.  All. Puccica.

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Morero, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (21′ st Gerbaudo), Da Dalt (42′ st Ciotola); Alfageme (31′ st Mentana), De Vena (14′ st Sforzini). A disp.: Lagomarsini, Falco, Omohonria, Buono, Capitanio.  All. Cinelli (Bucaro squalificato).

Arbitro: Picchi di Lucca. Assistenti: Faini e Raus di Brescia.

Note: ammoniti Costa, Parisi, Betti, Fe; recupero 2′ pt, 4’st; angoli 1-3.

Reti: 2′ pt Alfageme, 9′ pt De Vena, 10′ st Tribuzzi, 24′ st Morero.

di Lucio Ianniciello

L’Avellino vince in scioltezza, risultato rotondo. Diciassettesima rete di De Vena, due gol nelle ultime due gare per Alfageme. Il film già visto  giunge da Sassari dove il Lanusei  vince nei minuti finali contro il Latte Dolce in rimonta. La  vetta resta distante 7 punti, i lupi però si insediano al secondo posto in coabitazione col Trastevere.

Squadre a specchio a Muravera, modulo 4-4-2. Lupi senza gli infortunati Rizzo, Pepe, Carbonelli e Dondoni, aggregato Falco. Morero ritorna titolare al centro della difesa in coppia con Dionisi. Tris di under tra porta ed esterni bassi che rispondono al nome di Viscovo, Betti e Parisi. Rientra Tribuzzi dalla squalifica, sulla corsia mancina Da Dalt, in mezzo Matute e Di Paolantonio, In attacco Alfageme e De Vena. Castiadas con la bocca da fuoco Mesina, autore di 17 reti, affiancato da Perrotti in avanti. Al 2′ Avellino già in vantaggio, Matute effettua un filtrante per Alfageme che non ha difficoltà a infilare il portiere Forzati con un comodo piatto. Il Castiadas ha una difesa altissima, Alfageme finisce tre volte in fuorigioco prima di eludere la tattica sarda e servire a De Vena il più facile dei tap in  per lo 0-2. Sono passati  9′. Padroni di casa in evidenza  con un tiro di Carboni sull’esterno della rete tra le due marcature irpine, vivo Tribuzzi che ci prova con conclusioni non precise. Al 27′ primo cambio, esce il terzino destro Sarritzu per Pinna. Avellino insidioso con Morero, zuccata deviata da Forzati, poi Mesina soffia palla a Parisi e fa partire un diagonale, a lato. Scontro fortuito tra Alfageme e Viscovo, si rialzano. Gialli per i terzini sinistri Costa e Parisi. Squadre al riposo dopo 2′ di recupero.

Il Castiadas ricomincia più determinato, palle in area biancoverde non sfruttate. Betti deve fermare Perrotti in modo non ortodosso, ammonito. I sardi attuano un ottimo schema, un rimpallo favorisce i lupi ma dopo qualche minuto Forzati regala la sfera a Tribuzzi che lo trafigge con potenza e precisione. Il tris è servito. Cinelli inserisce Sforzini, lascia il campo De Vena mentre mister Puccica mette in atto una tripla sostituzione, Fe, Camba e Cordeddu rimpiazzano rispettivamente Carboni, Costa e Milani. Al 21′ staffetta Di Paolantonio – Gerbaudo. Poco prima il Castiadas ci provava con un tiro a giro del mediano Aiana, alto. Al 24′ i lupi calano il poker, capitan Morero schiaccia in rete su palla proveniente da corner. Puccica termina i cambi, Menegat per Proto. Al 32′ c’è un bel colpo di testa di Mesina, sfera sul fondo con Viscovo vigile. Risponde l’Avellino con una conclusione di Sforzini, l’esito è lo stesso. Mentana per Alfageme. Minuti finali con attenzione rivolta al “Vanni Sanna” di Sassari. Picchi fischia la fine a Muravera, l’Avellino prosegue la sua marcia.

 

adsense – Responsive – Post Articolo