CALCIO SERIE D GIRONE G, 33a GIORNATA. I lupi piegano l’Ostiamare con un rigore di Sforzini, in vetta non cambia nulla. Avellino – Ostiamare 1-0.

adsense – Responsive Pre Articolo

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Dionisi, Dondoni, Parisi; Tribuzzi, Matute (23′ st Gerbaudo), Di Paolantonio, Da Dalt (28′ st Ciotola); De Vena (39′ st Mentana), Sforzini (18’st Alfageme). A disp.: Pizzella, Mithra, Morero,  Omohonria, Buono. All. Cinelli (Bucaro squalificato).

Ostiamare (4-4-2): Giannini; Di Iacovo, D’Astolfo, Pieri, Colantoni (34′ st Calveri); Ferrari (20′ st Sarrocco), Cabella (49′ st Scaccia), Bellini (45′ st Renzetti), Bertoldi; De Iulis, Attili. A disp.: Barrago, Ceccarelli, Lazzeri, Galli, Pedone. All. Greco.

Arbitro: Frascaro di Firenze. Assistenti: Camoni e Mangoni di Pistoia.

Note: ammoniti Cabella; angoli 10-0;  recupero 1′ pt, 4′ st

Reti: 34′ pt rig. Sforzini.

di Lucio Ianniciello

In vetta si continua a correre, lupi ancora secondi col Trastevere vittorioso, proprio come il Lanusei, capolista a +7. E’ bastato un rigore di Sforzini, poi diverse occasioni buttate al vento contro un’Ostiamare che comunque non ha sfigurato.

Bucaro squalificato, in panchina il vice Cinelli. Non al meglio Alfageme e Morero, rimpiazzati da Sforzini e Dondoni. Per il resto non cambia niente rispetto alla vittoria nel recupero di mercoledì contro l’Aprilia. Bella giornata primaverile al Partenio Lombardi, cambia l’orario, si gioca alle 15. Non Lanusei – Aprilia, in Sardegna si parte alle 14,30 per esigenze dei laziali. Ospiti, in tenuta viola,  con un 4-4-2 altrettanto offensivo. Subito pericolosa l’Ostiamare, in piena area irpina la punta De Iulis apre troppo il piatto e la sfera finisce fuori. I lupi faticano ad incidere. Al 20′ De Iulis sfugge alla difesa, non impatta bene di testa per fortuna dei padroni di casa. Tuttavia basta uno spunto del vivace Da Dalt, diagonale dalla destra, sul legno. Immediata la replica ospite, Ferrari vede Viscovo appena fuori  e ci prova dalla distanza, non preciso. Due giri di lancette,  il portiere irpino si oppone  ad Attili. Al 33′ ci pensa Tribuzzi con un’azione delle sue, Di Iacovo lo atterra in area, per l’arbitro Frascaro è rigore che Sforzini va a realizzare con un tiro angolato. Avellino in vantaggio. L’Ostiamare regisce, al 41′  la  conclusione di Attili si perde fuori, era in posizione leggermente defilata. Si chiude il primo tempo con un’imbeccata imperfetta di Parisi sulla quale non può arrivarci Sforzini.

L’Ostiamare ricomincia allo stesso modo, propositiva. Al 6′ contatto in area biancoverde tra Cabella e Dionisi, Frascaro fa proseguire, il difensore ha uno scambio di opinione non proprio pacifico col centrocampista centrale. Al 10′ è clamorosa l’occasione fallita dei lupi, dai e vai tra Sforzini e Di Paolantonio, quest’ultimo a tu per tu col portiere Giannini conclude a lato. Intanto Alfageme dà il cambio a Sforzini, l’argentino subito timbra il palo, servito da De Vena. Mister Greco fa rifiatare l’esterno alto Ferrari, dentro Sarrocco, poco dopo in casa irpina Gerbaudo per Matute. Al 24′ ci prova Dionisi in area avversaria, murato dalla difesa, Betti tira alle stelle. Brutte notizie da Lanusei, il rullo compressore sardo batte l’Aprilia per 1-0. Solita staffetta Da Dalt – Ciotola. Al 37′ Avellino vicino al raddoppio, è ancora Alfageme dopo un bello scambio con De Vena in area laziale a farsi neutralizzare il tiro da Giannini. Quello che si divora De  Vena dopo 1′ ha dell’incredibile, Alfageme gli dà un cioccolatino, solo davanti al portiere non centra la porta. Viene sostituito, al suo posto Mentana. Quattro i minuti di recupero, l’unico giallo è per Cabella. I lupi sbagliano sotto misura con Di Paolantonio e Tribuzzi, ma portano i 3 punti a casa.

 

 

 

 

adsense – Responsive – Post Articolo