CALCIO SERIE D GIRONE G, RECUPERO 31a GIORNATA. De Vena – Matute, l’Avellino ritorna a -7 dal Lanusei. Avellino – Aprilia 2-0.

adsense – Responsive Pre Articolo

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Dionisi, Morero (17′ st Dondoni), Parisi; Tribuzzi, Matute, Di Paolantonio (48′ st Buono), Da Dalt (37′ st Ciotola); Sforzini (23′ st Alfageme), De Vena (30′ st Gerbaudo). A disp.: Pizzella, Mithra, Mentana, Omohonria. All. Bucaro.

Aprilia (3-5-2): Saglietti; Sossai (18′ st Vasco), Rosania, Montella; Vitolo, Lapenna (18′ st Putti), Oliveira, Luciani (18′ st Mastromattei), Carrozza; Corvia, Bosi (35′ st De Sousa). A disp.: Manasse, Patti, Titone, Rocchino, Corelli. All. Selvaggio.

Arbitro: Scatena di Avezzano. Assistenti: Parisi di Bari e Petracca di Lecce.

Note: Ammoniti Matute, Lapenna, Rosania, Vasco; recupero 1′ pt, 5′ st; angoli: 4-3.

Reti: 10′ pt De Vena, 32′ st Matute.

di Lucio Ianniciello

Quarta vittoria consecutiva per i biancoverdi, domata l’Aprilia con un gol per tempo. Il Lanusei ritorna a -7, vince  il Trastevere  in trasferta contro l’Albalonga, sempre in coabitazione capitolini e irpini al secondo posto.

Bucaro non fa turnover se si eccettua il rientro di De Vena in attacco al fianco di Sforzini, si siede in panca Alfageme. Confermato Di Paolantonio in mediana, Gerbaudo ancora tra le riserve così come il difensore Dondoni, appena ripresosi dall’infiammazione al pube. Aprilia col 3-5-2, Montella e Lapenna sono regolarmente in campo, il comunicato del giudice si attende in giornata, per cui la squalifica scatterà domenica prossima. Stessa sorte per Bucaro, espulso a Colleferro. L’ex Patti in panchina, Oliveira nel cuore della mediana, Corvia in attacco insieme a Bosi. Si parte con due tiracci di Tribuzzi e Lapenna. Al 10′ i lupi sono già avanti, cross di Betti e De Vena non ha grosse difficoltà a spingere di testa in rete. Passano 5′, ci prova Da Dalt con un tiro a giro non preciso. Ammoniti Matute e Lapenna, il primo per proteste, il secondo per un fallo su Parisi. Appena superata la mezzora di gioco, l’Avellino va vicinissimo al raddoppio, sventagliata di Da Dalt per Tribuzzi, la sua zuccata sotto misura è neutralizzata dal portiere Saglietti che poi si ripete di piede sul tentativo di Sforzini. La replica laziale è altrettanto pericolosa, Oliveira per Vitolo che in gioco aereo manda di poco sul fondo. Si va al riposo con una schiacciata di testa di De Vena, a lato,  su imbeccata di Parisi.

Nemmeno un giro di lancette nella ripresa e Sossai anticipa Sforzini servito da Tribuzzi. La pioggia sottile è compagna al Partenio lombardi. Più clamorosa l’occasione per l’Aprilia al 5′, Montella la dà a Bosi in area irpina, la palla è destinata a rotolare in rete ma Dionisi provvidenzialmente salva sulla linea. Bucaro dà spazio a Dondoni e Alfageme per Morero e Sforzini, mister Selvaggio fa un triplo cambio: Putti per Lapenna, Mastromattei per Luciani e Vasco per Sossai. Una punizione di Corvia a filo d’erba viene bloccata in due tempi da Viscovo. Poco prima Tribuzzi serviva Alfageme che di testa spediva alto. Al 29′ il rasoterra è di Betti, Saglietti si oppone, poi Da Dalt cerca Alfageme, invano. De Vena lascia il campo, entra Gerbaudo. Al 32′ i lupi raddoppiano, si mette in proprio Matute che sferra un gran destro sotto l’incrocio dando gioia al pubblico non numeroso del Partenio Lombardi. Ciotola rileva Da Dalt, in casa laziale De Sousa sostituisce Bosi. In mezzo ai due cambi, Mastromattei riscalda le mani di Viscovo. Si è agli sgoccioli, De Sousa effettua un traversone, male Viscovo che viene scavalcato, Oliveira la mette in mezzo dove non c’è nessuno. Buono prende il posto di Di Paolantonio, i 5′ di recupero passano senza sussulti, i lupi continuano a macinare punti.

adsense – Responsive – Post Articolo