Calcio Serie D girone I, 14a giornata. Capitombolo San Tommaso, ne prende tre in superiorità numerica per un tempo e mezzo. San Tommaso-Fc Messina 0-3.

adsense – Responsive Pre Articolo

San Tommaso (3-5-2): Pezzella; Colarusso, Cucciniello, Tizio (26′ st Samake); Varricchio, Massaro, Camara, Maranzino (10′ st Sabatino), Alleruzzo; Tedesco, Branicki. A disp.: Dose, Lambiase, Falivene, Acampora, Moffa, Incatasciato, Cuomo. All. Liquidato.

Fc Messina (4-4-2): Aiello; Casella, Marchetti D., Fissore, Brunetti; Bevis, Giuffrida, Marchetti A., Camara (39′ st Pini); Coria (1′ st Quitadamo), Carbonaro (33′ st Dombros). A disp.: Bonasera, Miele, Chiappino, Raffa, Puleo, Santapaola. All. Gabriele.

Arbitro: Iacobellis di Pisa

Assistenti: Fracchiolla di Bari e De Chirico di Molfetta.

Note: espulso al 23′ pt Fissore; ammoniti Alleruzzo, Tizio; recupero 1′ pt, 5′ st.

Reti: 13′ pt Carbonaro, 12′ st Bevis, 48′ st Pini.

di Lucio Ianniciello

Una giornata da dimenticare per il San Tommaso, perde tra le mura amiche di Montemiletto dopo aver giocato un tempo e mezzo in superiorità numerica. Classifica deficitaria, si resta fermi a 11 punti e scoppia la protesta dei tifosi.  La società rimane in silenzio stampa. Calcio Serie D girone I, 14a giornata. Capitombolo San Tommaso, ne prende tre in superiorità numerica per un tempo e mezzo. San Tommaso Fc Messina 0 3.

Liquidato deve fare a meno di Gambuzza, ormai in partenza. Nella difesa a 3 ci vanno Cucciniello e Tizio, Alleruzzo e Varricchio larghi con Camara, Massaro e Maranzino nel cuore della mediana, quest’ultimo pronto ad alzarsi per sostenere le punte Tedesco e Branicki. Siciliani col 4-4-2. La prima conclusione, alta, è di Alessandro Marchetti. Risponde Tedesco che si trova in area ma il suo diagonale non è preciso. Al 13′ la gara si sblocca, Tizio sbaglia clamorosamente un retropassaggio, Carbonaro si impossessa della sfera e batte facilmente Pezzella per lo 0-1. Due giri di lancette e la reazione dei grifoni è firmata Alleruzzo-Varricchio, sventagliata del primo e tiro del secondo a cui si oppone Aiello. Al 25′ ingenuità grossolana di Fissore, gomitata a Tedesco ed è rosso diretto. Fc Messina in 10. Il San Tommaso anziché approfittarne va in confusione, Pezzella deve uscire su una ripartenza Carbonaro-Bevis. Siciliani col 4-4-1, Camara si abbassa a destra, Casella va a fare il centrale con Domenico Marchetti. Proprio Camara salta male al 40′, Tedesco non ha la giusta reattività e si fa murare la conclusione. Siciliani avanti alla fine del primo tempo.

Mister Gabriele inserisce subito Quitadamo per Coria, il subentrato va ad affiancare centralmente Domenico Marchetti, Camara avanza a centrocampo, Casella e Brunetti esterni bassi. L’encefalogramma degli avellinesi è piatto, Pezzella deve neutralizzare due tentativi di uno scatenato Bevis, in mezzo un tiro senza pretese di Tedesco. Liquidato vuole dare nuova verve con il cambio Maranzino-Sabatino. Al 12′ il San Tommaso viene punito per la seconda volta, Pezzella deve dire no a due conclusioni consecutive, nella terza si arrende a Bevis. Difesa da belle statuine. Esce Tizio per Samake, 4-3-3, Alleruzzo terzino, Colarusso e Cucciniello centrali di difesa. Niente da fare per i grifoni, poco prima due volte in fuorigioco Branicki, tiri alle stelle di Camara e di poco a lato di Colarusso. L’Fc Messina tiene bene, si difende con ordine, agevolato dai padroni di casa. Al 32′ Tedesco suggerisce per Alleruzzo, rete annullata per l’ennesimo fuorigioco. Gabriele butta nella mischia Dombros e il giovane 2001 Pini. Nei 5′ di recupero prima Tedesco perde palla favorendo la progressione di Pini che si allarga e viene fermato, ma non sbaglia al 49′, frittata di Camara e 0-3 servito. Una domenica bestiale per il San Tommaso.

adsense – Responsive – Post Articolo