ENZO D’APOLITO. Oggi doveva essere il suo compleano, gli auguri dei suoi amici sulla sua pagina facebook ancora attiva

adsense – Responsive Pre Articolo

ENZO DAPOLITO. Oggi doveva essere il suo compleano, gli auguri dei suoi amici sulla sua pagina facebook ancora attivaC’era silenzio in quella Chiesa, un silenzio che non ho mai visto, si sentiva solo il rumore del fazzoletto che le persone si passavano sotto agli occhi per pulire quella lacrima che scendeva mentre pensavano a te. Avanti ammettilo,ammettilo che ci stai guardando, ammettilo che ora sei lì con quel sorriso mentre noi in cerchio stiamo ricordando te! Continua il silenzio anche in casa mia, dove tu a quest’ora, giorno del tuo compleanno ci venivi a chiamare ad alta voce,a farci sorridere e farci stare con te, perchè era questo che volevi oggi,stare insieme, amavi quando ti ricordavamo che ti stavi facendo “vecchio” ti arrabbiavi quando ti chiamavamo cosi. Si sentiva solo quel rumore,poi per il resto, silenzio! Io non asciugavo le mie lacrime,io non passavo la mia mani sugli occhi, ma facevo cadere le lacrime che si incrociavano sul mio volto e poi diritte a terra! Ogni uno di noi, liberava la sua ansia, il proprio stare male in quel pianto, dove ricordavamo te! Papà, mi manchi. Ormai sono passati quasi due mesi che io non vedo l’ombra di un tuo sorriso, l’odore del tuo profumo di quando mi abbracciavi, o l’essere pizzicata dal tuo pizzetto! Mi manca tutto,qualsiasi cosa che tu facevi con me! Ti faccio i miei auguri e so che ora ti stai divertendo, lì tra gli angeli, starai sorridendo sicuramente, come quando sorridevi con me! Ciao papà..

Ogni mio sorriso è dedicato a te!

adsense – Responsive – Post Articolo