Flumeri (AV), serata di volontariato socio culturale dopo il lockdown.

adsense – Responsive Pre Articolo

Exif_JPEG_420

Negli anni, che si perdono nella notte dei tempi,  il periodo ferragostano a Flumeri, era caratterizzato principalmente dalla costruzione e l’alzata del Giglio di grano, legato il tutto alla tradizione contadina per la festa popolare di San Rocco.

Quest’anno invece, a causa del perdurare della pandemia, tutto è stato sospeso sine die dalle varie ordinanze emanate, sia dal Governo centrale, che dalla Regione Campania.

Davanti a questo inusitato ferragosto flumerese,  le tre associazioni di Volontariato , Bagliori di Luce ODV , RGPT Protezione Civile e la Protezione Civile Flumerese, come negli anni trascorsi, hanno promosso una serata socio-culturale , che si è tenuta  l’altra sera sulla Piazza San Rocco, con la presentazione del  libro di Giuliana Caputo ” Il Tempo sospeso ” ( scritto a più mani con altre cinque scrittrici ),in concomitanza con  le sculture in legno, realizzate da Francesco Monaco.

Dopo i saluti di rito di Antonietta Raduazzo, vari sono stati gli interventi succedutisi, Angela Masucci  ( Assessora del Comune di Flumeri ) , Angela Iacobucci ( Scrittrice ) , Antonio Martone ( Docente  Università di Salerno ), Francesco Monaco ( Scultore ) , Michele Ciasullo ( Dottore  e Storico ),  Bartolomeo Torre ( Narratore ) ha concluso Giuliana Caputo.

Nel parterre anche il Nicolino Del Sordo  ( Consigliere Comunale di Flumeri ), che ha donato ai presenti esterni un volume sulla storia del Giglio di grano. Il dibattito è stato coordinato dalla Giornalista Annamaria Di Paola.

Abbiamo avuto  con questo convegno, la constatazione che il volontariato è sempre in prima linea, anche in momenti come quello già attraversato del  lock down ( vedi RGPT e Protezione Civile sempre sul campo) e come nel caso attuale programmare eventi socio culturali, in un momento di stasi totale.

E, non è poco, per un piccolo paese qual’è Flumeri, le ODV si dibattono tra il bisogno di salvaguardare la propria autonomia, e quello di essere una proposta culturale e valoriale,  nell’attuale società flumerese a tutti i livelli.

Ciò comporta, anche la capacità di essere valorizzate dalle Istituzioni locali,  le quali , la loro opportunità di proposte e capacità di risposta ai bisogni dei cittadini, è sempre più debole, a causa delle limitate risorse, ma anche di scelta di campo.

La manifestazione, si è svolta nel totale asservimento delle disposizioni anti COVID-19, e delle disposizioni in materia di sicurezza, inserite nell’ordinanza della locale Polizia Municpale.

Carmine Martino

Flumeri (AV), serata di volontariato socio culturale dopo il lockdown.
Exif_JPEG_420
Flumeri (AV), serata di volontariato socio culturale dopo il lockdown.
Exif_JPEG_420
Flumeri (AV), serata di volontariato socio culturale dopo il lockdown.
Exif_JPEG_420

adsense – Responsive – Post Articolo