Il grido di allarme dell’ex sindaco Salvatore Alaia

adsense – Responsive Pre Articolo

Il grido di allarme dellex sindaco Salvatore Alaia

Torna il prof. Alaia, ex Sindaco di Sperone,  sulla problematica degli operai idraulici forestali:   “Quello che ancora una volta, puo’ sembrare un aspetto marginale, in una vicenda che soffoca la dignita’ degli operai idraulici forestali a tempo determinato, e che non trova la giusta attenzione da parte dei politici regionali che nella piena indifferenza non riescono a comprendere il dramma di queste persone, che nonostante la mancata corresponsione della retribuzione, continuano a lavorare in silenzio ,per tutelare e salvaguardare il nostro territorio.La mancata attenzione e’ legata alla circostanza, che nonostante il tempo trascorso ( piu’ di otto anni ), non si riesce ancora a definire e pianificare un futuro per questi operai, utilizzati soltanto per 51 giornate nelle operazioni di prevenzione e sistemazione di un territorio vasto che ha bisogno  di una sistematicita’ nei relativi interventi. Questa riflessione,vuole costituire  soprattutto un invito ai sindaci del baianese e del vallo di lauro ad organizzare ,in tempi brevi ,un tavolo istituzionale per promuovere,in sinergia con la regione campania, tutte le azioni utili per la tanta sospirata, ma mai realizzata “STABILIZZAZIONE”. Il grido di allarme, ancora una volta ,viene lanciato dall’ex Sindaco di Sperone Salvatore Alaia, intenzionato a dare voce a degli operai che tanto hanno fatto per le nostre realta’ , su richiesta dei sindaci, che devono una buona volta prendere coscienza dell’opera meritoria di queste persone che hanno voglia di continuare e rendersi utili per il bene del nostro territorio.Nessuna demagogia ma la semplice voglia- dichiara Alaia-di mettere la parola fine ad una questione, che non puo’ piu’ essere procrastinata nel tempo, nonostante il momento di crisi in cui versa il nostro paese”.

adsense – Responsive – Post Articolo