Il presidente del Parco Regionale del Partenio Francesco Iovino solidale con le popolazioni del baianese per il problema dello Stir di Tufino

adsense – Responsive Pre Articolo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

In qualità di presidente dell’ente parco esprimo tutta la vicinanza e la solidarietà alle popolazioni del mandamento per le preoccupazioni derivanti dalla attuale situazione della Stir di Tufino. Mi sento di affiancare i sindaci, gli amministratori ,le associazioni che in questi giorni sono scese in campo per tutelare la salute dei cittadini e del territorio. Voglio ricordare che il mandamento baianese rientra nel perimetro del parco del partenio, per cui sento il dovere e la responsabilità, in qualità del ruolo ricoperto e da cittadino di questi territori, di essere parte attiva per la risoluzioni di ogni problema atto a rassicurare la cittadinanza. Mi sento chiamato in causa in prima persona. Già la presenza sul territorio di Tufino, limitrofo a quello del Baianese, di tali impianti è di notevole impatto ambientale. Questi territori hanno contribuito in tal modo alla gestione dei rifiuti in Campania ,prima ancora ,con vere e proprie discariche, dimostrando grande senso di responsabilità. Pertanto, ogni ulteriore ed eventuale aggravio della situazione risulterebbe al limite della sopportazione. Infatti,i danni che potrebbe arrecare una male gestione di questi impianti sono incalcolabili soprattutto, per la salute dei cittadini e finanche per l’economia di questi territori, vanificando in questo modo ogni sforzo profuso da questo ente per la salvaguardia e la promozione. !In qualità di presidente dell’ente parco esprimo tutta la vicinanza e la solidarietà alle popolazioni del mandamento per le preoccupazioni derivanti dalla attuale situazione della Stir di Tufino. Mi sento di affiancare i sindaci, gli amministratori ,le associazioni che in questi giorni sono scese in campo per tutelare la salute dei cittadini e del territorio. Voglio ricordare che il mandamento baianese rientra nel perimetro del parco del partenio, per cui sento il dovere e la responsabilità, in qualità del ruolo ricoperto e da cittadino di questi territori, di essere parte attiva per la risoluzioni di ogni problema atto a rassicurare la cittadinanza. Mi sento chiamato in causa in prima persona. Già la presenza sul territorio di Tufino, limitrofo a quello del Baianese, di tali impianti è di notevole impatto ambientale. Questi territori hanno contribuito in tal modo alla gestione dei rifiuti in Campania ,prima ancora ,con vere e proprie discariche, dimostrando grande senso di responsabilità. Pertanto, ogni ulteriore ed eventuale aggravio della situazione risulterebbe al limite della sopportazione. Infatti, i danni che potrebbe arrecare una male gestione di questi impianti sono incalcolabili soprattutto, per la salute dei cittadini e finanche per l’economia di questi territori,vanificando in questo modo ogni sforzo profuso da questo ente per la salvaguardia e la promozione

adsense – Responsive – Post Articolo