La terra trema, una scossa di magnitudo 4.1 sveglia nella notte la popolazione

adsense – Responsive Pre Articolo

Una sequenza sismica è in corso nel Centro Italia, nella stessa zona colpita dai potenti eventi tellurici del 2016 e 2017. Alle 2:02 l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato una scossa di magnitudo 4.1 con ipocentro a 8 km di profondità ed epicentro 4 km di distanza da Norcia (Perugia), 13 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e 14 da Accumoli (Rieti). Al momento non si hanno informazioni su eventuali danni a persone o cose. Il sisma è stato seguito dopo pochi minuti da due repliche di magnitudo 3.2 e 2 nella stessa zona e preceduto, nella serata, da altre quattro scosse di magnitudo comprese tra 2.8 e 2 con epicentro invece vicino Trevi (Perugia).

Le scosse di magnitudo 4.1 e 3.2, in particolare, sono state avvertite distintamente anche nel Reatino. Tanta paura, però nella zona. Molt gente è scesa in strada ad Amatrice, Accumoli e Cittareale, alcuni dei comuni del Reatino colpiti dal sisma dell’agosto di tre anni fa. «Stanotte sarà dura dormire – ha commentato a caldo il vicesindaco di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), Michele Franchi – ma non molliamo». Nel paese dell’Ascolano, pesantemente colpito dal sisma del 2016, «c’è molta paura e tutte le luci sono accese nelle case», racconta Franchi. (f. Corriera della Sera)

adsense – Responsive – Post Articolo