L’ON. PIETRO FOGLIA: “SI CREINO NUOVE OPPORTUNITA’ PER IL TURISMO RURALE E PER LE AREE INTERNE DELLA CAMPANIA”

adsense – Responsive Pre Articolo

L’ON. PIETRO FOGLIA: “SI CREINO NUOVE OPPORTUNITA’ PER IL TURISMO RURALE E PER LE AREE INTERNE DELLA CAMPANIA”Per l’on. Pietro Foglia, presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio regionale della Campania, intervenuto oggi al dibattito: “Pro Loco e turismo rurale per il rilancio delle aree interne della Campania”, nell’ambito della prima edizione di Pro Loco Expo Telesia che si è svolta a Telese Terme, dal binomio “prodotti tipici e territorio” possono nascere concrete occasioni di sviluppo, soprattutto se accompagnate dal volontariato turistico e dall’associazionismo.“La caratteristica dello sviluppo locale basato sulla valorizzazione e sull’uso delle risorse che formano l’identità di un territorio – ha detto Foglia – è quella di considerare il territorio stesso non una cornice bensì un fattore di sviluppo”. Foglia, poi, ha elogiato il Sannio che, insieme all’Irpinia costituiscono i punti di forza in Campania nella produzione di eccellenze agroalimentari e nella ricchezza paesaggistica. “Telese e l’intera Valle telesina, come gran parte di Sannio e Irpinia devono puntare con decisione  sul marketing territoriale – ha sottolineato il presidente della Commissione Agricoltura – che impone la capacità di saper promuovere l’identità territoriale e le sue eccellenze insieme a un cambio di mentalità che ci veda aperti e capaci di fare rete e sistema, anche sul versante delle nostre produzioni tipiche e di eccellenza. Ecco perché insisto nel dire che è necessario che nella prossima programmazione regionale, per il periodo 2014/2020, a valere su tutti i Fondi Strutturali UE, il turismo ed in particolare il turismo rurale, che va al di là del turismo enogastronomico o degli agriturismi, debba trovare nuove opportunità e strumenti operativi che consentano di riconoscere alle pro loco un ruolo diverso da quello fino a oggi svolto. Ciò trova conferma anche dal contributo e dall’esperienza maturata dalle pro loco, in qualità di soci e di attori importanti, nei Piani di Sviluppo Locale dei GAL della nostra Regione”.

 Foglia, riferendosi poi al progetto della Città Telesina, ha auspicato che già le Pro Loco della Valle possano unire le proprie forze, magari in un Consorzio, seguendo gli esempi positivi del Veneto dove sono partiti 25 anni fa con le aggregazioni, grazie anche al sostegno dell’Unpli e alla forza del volontariato e delle imprese turistiche. “Infine – ha concluso l’on. Foglia – ripeto quanto sto dicendo da mesi e cioè che dobbiamo puntare ad incentivare i giovani. Avere tanti giovani impiegati nell’Agricoltura, nel Turismo e, insieme nel Turismo Rurale, significa ottenere più risultati: crescita economica, minore disoccupazione e salvaguardia del territorio. Sannio e Irpinia devono fondere Agricoltura, produzioni eno-gastronomiche e turismo per progettare un grande rilancio economico a beneficio del territorio e soprattutto dei nostri giovani”.

 

adsense – Responsive – Post Articolo