Penisola Sorrentina: fermato dai carabinieri spaccio di metadone in costiera. Un arresto

adsense – Responsive Pre Articolo

I carabinieri della compagnia di Sorrento nel pomeriggio di ieri hanno arrestato C.S., 48enne napoletano, già noto alle ff.oo., perché bloccato in flagranza di reato nel cedere boccette di metadone a un assuntore di stupefacenti della penisola sorrentina.

Data la fitta rete di controlli su strada al tempo dell’emergenza contagio covid-19, lo spacciatore napoletano ha ritenuto azzardare lo spostamento dal capoluogo campano alla penisola sorrentina con il treno della circumvesuviana. Ed è proprio alla discesa dal treno, all’esterno della stazione di meta, piccolo comune costiero, che i carabinieri di sorrento lo aspettavano, intervenendo durante lo scambio bloccando spacciatore e acquirente.

50 euro per 600 ml di metadone. I militari hanno recuperato le boccette, tre, e sequestrato il denaro provento dello spaccio.

Per il 48enne di Napoli è scattato l’arresto su disposizione del pubblico ministero presso la procura della repubblica di torre annunziata.

Intanto proseguono le indagini per far luce sul traffico di metadone e sui canali clandestini di approvvigionamento.

adsense – Responsive – Post Articolo