Rimini. Il coraggio di dire io per il bene di tutti. Mattarella inaugura il Meeting per l’amicizia tra i popoli

adsense – Responsive Pre Articolo

di Gianni Amodeo

 “Il coraggio di dire io per il bene di tutti contro l’omologazione dilagante”.    E’ il tema, ispirato dalla visione esistenzialista di Soren Kierkegaard,  al centro delle riflessioni e analisi, che coinvolgeranno 230 relatori, tra le più significative testimonianze della cultura, delle istituzioni, della scienza, della politica e dell’economia in ambito nazionale, europeo e internazionale, animando convegni e dibattiti sull’attualità e sui percorsi di geopolitica praticabili, per dare risposte di attiva solidarietà e di giustizia agli uomini e ai popoli nel tempo delle crisi sanitarie ed economiche, generate dalla pandemia del Covid19.  Ed è proprio la pandemia– nella sua dimensione planetaria- a rendere sempre più evidente il rischio che l’uomo possa precipitare irreversibilmente nell’egoismo e nel soggettivismo, rinchiudendosi nella gabbia del particolarismo, sottraendosi all’impegno di responsabilità verso l’altro, ai legami della sociale convivenza, alla costruzione del bene di tutti. Definire se stessi, con  lealtà e consapevolezza dei propri limiti, è condizione di vita, che ha senso e valore umanizzante nella relazione  con il tu e il noi. La vivida e forte lezione di Kierkegaard– scrittore di cose religiose, come gradiva essere considerato- apre interessanti squarci sul versante esistenziale dell’uomo del nostro tempo e dei suoi assilli.

        E’ un fitto programma, punteggiato da mostre e spettacoli musicali e d’arte varia, che si svilupperà dal 20 al 25 agosto, all’insegna della XLII edizione del  Meeting dell’amicizia tra i popoli, indetto ed organizzato dal Movimento ecclesiale cattolico Comunione e Liberazione. Una sequenza di eventi distribuiti in sicurezza e nel rispetto delle disposizioni antivirus, a cui è possibile partecipare nelle location predisposte ed allestite in città.

            L’intervento di Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica italiana, a mezzogiorno nell’Auditorium di Intesa San Paolo, segnerà l’apertura del Meeting.

            Nel pomeriggio, le tematiche sotto i riflettori variano da “Il coraggio della sfida. Andare oltre i limiti.” all’”Io,la fede e la sfida delle culture”, dal webinar, “I giovani per una nuova economia: dall’economy of Francesco,un io in azione” ad “Italia 2021: che cosa vuol dire innovare”, da “Stati Uniti: democrazia al bivio?” a “Guareschi: un mestiere anche per me”.

adsense – Responsive – Post Articolo