Sidigas. Legittimo il ricorso di De Cesare, la Cassazione rende note le motivazioni della sentenza.

adsense – Responsive Pre Articolo

Lo scorso novembre la Corte di Cassazione aveva accolto il ricorso di Gianandrea De Cesare contro il provvedimento del Gip del Tribunale di Avellino che rigettava l’istanza di revoca del sequestro preventivo dei 97 milioni di euro. Oggi sono state rese note le motivazioni della sentenza emanata circa 3 mesi fa. Ecco uno stralcio saliente:

“Contrariamente a quanto sostenuto dalla Procura e dal Tribunale di Avellino, il profitto del reato, cioè la sottrazione al pagamento delle imposte, è rappresentato dal valore dei beni sottratti fraudolentamente alla garanzia dei crediti dell’amministrazione finanziaria per le imposte evase, e non già dal debito tributario rimasto inadempiuto”. 

Pertanto è stata annullata l’ordinanza del giugno 2020, gli atti ritornano al Tribunale di Avellino che dovrà rivalutare la questione dissequestro entro 30 giorni. De Cesare potrà, in attesa che si pronunci il Riesame, chiedere l’annullamento di tutti gli atti di vendita, stante la mancanza di una sua autorizzazione all’effettuazione degli stessi e la sostanziale illegittimità del sequestro.

adsense – Responsive – Post Articolo