SPERONE. Grande partecipazione al comizio del cav. Franco Vetrano, che attacca tutti (maggioranza e opposizione)… ma con tante proposte per il paese, per i cittadini e per i giovani.

adsense – Responsive Pre Articolo

SPERONE. Grande partecipazione al comizio del cav. Franco Vetrano, che attacca tutti (maggioranza e opposizione)... ma con tante proposte per il paese, per i cittadini e per i giovani.Nonostante il giorno festivo, il caldo torrido e  l’orario è stato un vero successo  il  pubblico comizio tenuto ieri dal coordinatore del Popolo della Libertà cav. Franco Vetrano, a Sperone  in Pizza L. Lauro, il tutto ripreso in diretta web dal nostro sito, che anche in questa occasione ha visto bene nel dare spazio alla manifestazione,  cosa suffragata dai tanti contatti durante la diretta.  Ritornando al comizio, come si poteva immaginare,  il cav.Vetrano ha sciorinato punto per punto tutto quanto, a suo dire,  non va nell’azione amministrativa posta in essere dall’Orologio in questi due anni,  capeggiata dal Sindaco avv. Marco Alaia, dagli emolumenti percepiti dagli assessori,  nonostante il  periodo di sacrifici, alle prove di risparmio energetico (spegnimento programmato di alcuni  lampioni) che generano più disagi che effettivo risparmio,  alle  strutture pubbliche (capannone  P.Pio)  destinate a un utilizzo quasi infruttuoso,  e al costo esagerato,  per un piccolo Comune come Sperone, per la segreteria  comunale. Rilancia un diverso utilizzo degli spazi verdi e del suolo pubblico (limitrofo alla zone del mercato e alla stazione della circumvesuviana)  anche per un ritorno economico,   coinvolgendo i giovani cittadini, ha auspicato la collocazione a tempo indeterminato e pieno, di 2 attuali dipendenti comunali  part-time. Non ha risparmiato, sempre nel rispetto e senza alcuna   offesa,  l’opposizione priva di proposte e di iniziative (solo inutili e prolissi manifesti),  che vive sempre in una perenne lotta al nemico, senza coltivare,  soprattutto in tempo di pace,  i giusti rapporti e le dovute aperture,  ha rimarcato, rivendicando, i motivi per il quale ha declinato alle ultime amministrative la sua candidatura nella lista della Colomba,  e per ultimo ha chiesto di farsi avanti,   pubblicamente,  a tutti quelli che intendono essere partecipi e costruttivi alla vita politica locale,  lasciando i soliti marciapiedi, e l’anonimato dei  nuovi soggetti virtuali, auspicando, per il bene del paese, una futura terza via, basta al solito dualismo degli attuali soggetti politici in campo.

adsense – Responsive – Post Articolo