Sponz acQua’, domani 26 agosto tappa a Calitri: il programma.

adsense – Responsive Pre Articolo

Secondo giorno di immersione nello Sponz acQuà!, ottava edizione dello Sponz Fest, il festival ideato e diretto da Vinicio Capossela, che rinasce anche quest’anno dal 25 al 30 agosto a Calitri, nei comuni limitrofi dell’Alta Irpinia, della Valle del Sele e verso il mare, dalle sorgenti dell’Ofanto fino alla foce del Sele.

Mercoledì 26 agosto lo Sponz ferma la sua piccola zattera di salvataggio nel selvaggio a Calitri.

In mattinata cominciano gli appuntamenti con gli incontri della Libera Università per Ripetenti: i primi protagonisti alle ore 11 sono l’antropologo Vito Teti alla Fontana Sanese con L’acqua tra memoria e rinascita e lo storico e scrittore Goffredo Fofi alla Neviera di Gagliano.

La Fontana Sanese alle ore 16 poi ospita Giovannangelo De Gennaro e altri trovatori in Alla fonte battesimale, mentre alle 16 alla Neviera di Gagliano va in scena la rappresentazione del gruppo A Cunv’rsazion Il nobile cavaliere.

Alle 18.30 a Gagliano spazio invece alle figurazioni del fluire della compagnia teatrale Clan H in Quaestio de Acqua. Si prosegue con l’incontro con Goffredo Fofi sul pensiero e l’opera del sociologo, educatore, poeta e attivista antimafia Danilo Dolci, che all’acqua come strumento e oggetto di strategie di potere dedicò diversi scritti.

La serata si apre con lo scrittore Paolo Rumiz in collegamento video per un incontro dal titolo Il sesso dei fiumi. A seguire, protagoniste le Anime galleggianti di Vasco Brondi e Massimo Zamboni, reading concerto ispirato all’omonimo libro che racconta la navigazione compiuta dai due musicisti lungo i canali che dalla pianura padana portano al mare.  Chiude la giornata il collegamento video con il pittore Jacopo Leone con I buchi nell’acqua.

Lo Sponz Fest 2020 – Sponz acQuà è un evento programmato e finanziato dalla Regione Campania, promosso da Scabec – Società Campana Beni Culturali ed è prodotto dall’associazione Sponziamoci, La Cupa e International Music and Arts (IMARTS).

Un’edizione limitata (ogni evento e incontro potrà ospitare un massimo di 200 persone) organizzata nel pieno rispetto delle norme di prevenzione al contagio e in apposite aree progettate per la capienza utile a garantire il corretto distanziamento sociale, che però si espande oltre i confini geografici che racchiudono il festival grazie alle possibilità della rete: sarà infatti possibile sponzarsi a distanza grazie allo streaming della manifestazione sulla piattaforma messa a disposizione da Scabec – Società Campana Beni Culturali. Grazie al contributo di Scabec sarà anche prodotto un docu-film sull’esperienza Sponz acQuà 2020.

PROGRAMMA 26 AGOSTO

Calitri e località Gagliano

Incontri Libera Università per Ripetenti:

ore 11.00 Fontana Santese

Vito Teti, antropologo – “L’acqua tra memoria e rinascita”

ore 11 Neviera di Gagliano

Goffredo Fofi, storico e scrittore

ore 16.00 Fontana Santese

“ALLA FONTE BATTESIMALE”

Giovannangelo De Gennaro e altri Trovatori

dalle ore 16.00 alle ore 18.30 Neviera di Gagliano

Rappresentazione del gruppo A Cunv’rsazion“Il nobile cavaliere”

ore 18.30 Gagliano – Palco B-Area Food

Compagnia teatrale Clan H in “Quaestio de Acqua” – figurazioni del fluire a cura di Idea/azione teatrale di Salvatore Mazza

a seguire, ore 19.30

Goffredo Fofi – “L’opera e il pensiero di Danilo Dolci” (autore de “Il potere e l’acqua”)

 

ore 20.45 Gagliano – Palco A-Area Concerti

Collegamento video con lo scrittore Paolo Rumi– “Il sesso dei fiumi”

a seguire

“ANIME GALLEGGIANTI”

Massimo Zamboni e Vasco Brondi 

a seguire

Collegamento video con il pittore Jacopo Leone – “I buchi nell’acqua”

adsense – Responsive – Post Articolo