Unione dei Comuni. FANTASIA O REALTÀ? 3° Puntata

adsense – Responsive Pre Articolo

INVIDIOSI, STUPIDI ED EBETI.

Unione dei Comuni. FANTASIA O REALTÀ? 3° Puntata

Siamo così stati definiti dal Sindaco di Avella e di Baiano con il suo Assessore alla Cultura, dopo la pubblicazione della 1° puntata sull’Unione dei Comuni del Baianese, nella quale attraverso una vignetta abbiamo posto degli interrogativi sui contenuti e le modalità di come viene affrontata e portata avanti la questione.

Ecco i link della 1° e 2° puntata:

http://www.bassairpinia.it/?p=16298

 http://www.bassairpinia.it/?p=16341

Con la pubblicazione della 2° puntata, nella quale abbiamo messo a disposizione uno spazio “gratuito” per pubblicare le loro idee e proposte per poter informare i cittadini del comprensorio sulla cui pelle si sta giocando una partita di interesse politico, amministrativo ed economico, siamo diventati anche FAZIOSI.  Non commentiamo le offese, queste si da Bar – dove spesso passa il suo tempo l’Assessore Francesco Scotto – che ne mortificano la sua intelligenza e lo stesso ruolo istituzionale che riveste, limitandoci, come promesso, a pubblicare la sua idea di Unione dei Comuni espressa  nella risposta al nostro post condiviso su Facebook.

Ecco la risposta dell’Assessore di Baiano Scotto, che dopo averci definiti stupidi ed ebeti ci definisce anche faziosi.

Unione dei Comuni. FANTASIA O REALTÀ? 3° Puntata

Carissimi Redattori di Bassa Irpinia mi dispiace molto che i commenti ai vostri articoli non possono essere fatti direttamente sul vostro sito e bisogna ricorrere a fb per commentarvi. Ritengo che il vostro articolo sarcastico in riferimento all’Unione dei Comuni, sia stato realizzato per motivi non inerenti agli incontri che si stanno facendo, ma credo che in voi la componente di faziosità politica sia alta, a prescindere dalle cose che si fanno e si intraprendono. Personalmente ritengo che questo si possa anche fare se gli articoli si firmassero con un nome ed un cgnome e non fossero sempre semplicemente articoli di redazione. Il mio commento al vostro articolo di ieri è stato “E’ un articolo stupido, che sfiora l’ebetismo”, è un commento che confermo e che è uscito a mio nome. Cerco, se volete, di spiegarne i motivi. E’ da anni che come cittadini, non come amministratori, diciamo che nella nostra vita relazionale di tutti i giorni viviamo un territorio molto più ampio del singolo nostro paese di residenza: andiamo a prendere il caffé a Mugano del Cardinale, mettiamo la benzina ad Avella, andiamo all’ASL a Baiano ecc. ecc.. In fondo tutti sappiamo che nei cittadini l’Unione dei Comuni è già realizzata, e, come cittadini, ci lamentiamo che il nostro territorio non abbia un unico piano strategico che possa portare tramite finanziamenti europei e non, vantaggi in termini di miglioramento di qualità dlla vita e di servizi ad una popolazione di circa 26.700 abitanti (più o meno quanto Ariano irpino per intenderci). Per anni ritengo che la politica sia stata molto indietro rispetto ai propri cittadini. Il 30 settembre di questo mese l’Amministrazione di Avella, gliene va dato atto, compie un gesto che ritengo storico per tutta la nostra comunità: fuoriesce dall’Unione dei Comuni che aveva con il laureatano, per scommettere sulla nascita della futura Unione dei Comuni che riunisca Avella, Baiano, Mugnano del Cardinale, Quadrelle, Sirignano, Sperone. Nei precedenti incontri fatti da quando io sono diventato consigliere comunale, spesso ci interrogavamo su che senso avesse fare un’Unione dei Comuni senza Avella ed il suo Patrimonio archeologico-paseaggistico- culturale. Ora che realizzare l’Unione dei Comuni e pensare al futuro sviluppo del nostro territorio in maniera organica sta diventando davvero possibile perché i politici si stanno mettendo al passo dei propri cittadini si leggono articoli come i vostri che senza analizzare niente, senza entrare nel merito di niente mettono insieme quattro righe “sarcastiche”? C’è anche un altro aspetto da sottolineare che io personalmente in Comunità Montana sono consigliere di opposizione, non stiamo creando insieme un carrozzone politico che ci vede negli stessi partiti. Stiamo cercando di ragionare ad un’Unione dei Comuni che porti vantaggi al nostro territorio per i prossimi trenta anni. Ci riusciremo? Non ci riusciremo? Siamo all’altezza del compito? Non lo siamo? Il tempo ci giudicherà… Ma l’informazione, cari redattori, si fa raccontando notizie e fatti, non si fa una buona informazione se si crede di star seduti davanti ad un bar…

E’ tutto chiarito? Avete tutto compreso dell’Unione dei Comuni?

Per noi no! Siamo ancora nel Regno della Fantasia.

Unione dei Comuni. FANTASIA O REALTÀ? 3° Puntata

Confidiamo in interventi di altri protagonisti per far scendere il piatto nella realtà.

Alla prossima puntata.

adsense – Responsive – Post Articolo