Capitale della cultura, Mibact: domani venerdì 15 gennaio audizione di Procida

adsense – Responsive Pre Articolo

  • a cura di Carmen Guerriero

Domani, venerdì 15 gennaio alle ore 9.30, la delegazione dell’’isola di Procida, unico comune in Campania tra i dieci finalisti ammessi lo scorso 16 novembre alla fase finale della procedura di selezione di candidatura a Capitale italiana della Cultura per il 2022, col dossier “La cultura non isola” presenterà la propria candidatura alla Commissione di esperti nominata dal Mibact e presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni .

L’incontro sarà in video conferenza e potrà essere seguito in diretta sul canale YouTube del Mibact (https://www.youtube.com/user/MiBACT) . Oggi sono state ascoltate le delegazioni di Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila e Pieve di Soligo. Al termine delle audizioni di domani, sarà poi compito della Giuria indicare al Ministro Franceschini, entro lunedì 18 gennaio, il progetto di candidatura più idoneo alla designazione della città Capitale italiana della Cultura per l’anno 2022.

Istituito nel 2014, il titolo di Capitale italiana della cultura mira a sostenere, incoraggiare e valorizzare l’autonoma capacità progettuale e attuativa delle città, affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della leva culturale per la coesione sociale, l’integrazione, la creatività, l’innovazione, la crescita e lo sviluppo economico. La Città designata godrà del titolo di Capitale italiana della cultura per la durata di un anno e riceverà un milione di euro da utilizzare in promozione e valorizzazione del territorio.

Procida si candida a Capitale Italiana della Cultura perché la terra isolana è luogo di esplorazione, sperimentazione e conoscenza, è modello delle culture e metafora dell’uomo contemporaneo. Potenza di immaginario e concretezza di visione ci mostrano Procida come capitale esemplare di dinamiche relazionali, di pratiche di inclusione nonché di cura dei beni culturali e naturali. “Il percorso che ha portato alla creazione e consegna del dossier di candidatura è una significativa esperienza di innovazione sociale, per la centralità di un modello di vita urbana attiva, orientata alla cultura e ai desideri della comunità. Procida è l’isola che non isola, laboratorio culturale di felicità sociale”.

La candidatura dell’isola di Procida è stata completamente sostenuta dalla Regione Campania, che, giusta delibera di Giunta, ha aderito al Comitato promotore “Procida Capitale della Cultura per l’anno 2022al fine di realizzare, di intesa con il Comune di Procida, azioni di comunicazione mirate per promuovere e sostenere la prestigiosa candidatura e l’immagine della Campania sul mercato nazionale e nella convinzione che il titolo di Capitale della Cultura possa avere effetti concreti e positivi sullo sviluppo turistico e sulla fruizione del patrimonio culturale materiale e immateriale non solo per le città vincitrici ma anche per i territori ad esse connessi, contribuendo a valorizzare l’immagine unitaria e complessiva del sistema turistico e culturale regionale.

Forza Procida, allora, ed un grande in bocca al lupo da tutta la nostra Redazione !

adsense – Responsive – Post Articolo